Version: 1.0.24.26 (2020-11-23 14:15)

Mercato dell'UE

L'UE è un' unione doganale: i suoi 27 paesi membri formano un unico territorio a fini doganali.

Ciò significa che

  • non vengono pagati dazi doganali sulle merci che circolano tra Stati membri dell'UE *
  • Gli Stati membri dell'UE applicano una tariffa doganale comune alle merci importate da paesi terzi
  • le merci importate legalmente possono circolare in tutta l'UE senza ulteriori controlli doganali.

Le imprese all'interno e all'esterno dell'UE beneficiano di

  • un mercato per i loro prodotti con oltre 400 milioni di consumatori
  • accesso più agevole a un'ampia gamma di fornitori e consumatori
  • costi unitari inferiori
  • maggiori opportunità commerciali.

I 27 Stati membri dell'UE formano un unico territorio a fini doganali. Ciò implica che l'UE è un'unione doganale, il che significa che i suoi Stati membri non hanno barriere doganali tra loro e che tutti hanno una tariffa doganale comune per le merci importate. Inoltre, una volta debitamente pagati i dazi doganali e verificato il rispetto delle condizioni di importazione, le merci importate sono libere di circolare nel resto dell'UE senza ulteriori controlli doganali.

Il territorio doganale dell'Unione comprende i territori dei seguenti Stati membri:

  • Belgio,
  • La Bulgaria,
  • Croazia,
  • la Repubblica ceca,
  • Danimarca, eccetto le Isole Faer Øer e la Groenlandia,
  • Germania, eccetto l'isola di Helgoland e il territorio di Büsingen,
  • Estonia,
  • L'Irlanda,
  • Grecia,
  • Spagna, eccetto Ceuta e Melilla,
  • Francia, eccetto la Nuova Caledonia, Saint-Pierre e Miquelon, le isole Wallis e Futuna, la Polinesia francese e le terre australi e antartiche francesi, ma compresi i dipartimenti d'oltremare della Guadalupa, della Guyana francese, della Martinica, di Mayotte e delle isole Riunione,
  • Italia, eccetto i comuni di Livigno e Campione d'Italia e le acque nazionali del lago di Lugano che si trovano tra la riva e la frontiera politica della zona tra Ponte Tresa e Porto Ceresio,
  • Cipro (in attesa di una soluzione al problema di Cipro, l'applicazione dell'acquis comunitario è sospesa nelle zone sulle quali il governo della Repubblica di Cipro non esercita un controllo effettivo),
  • Lettonia,
  • Lituania,
  • Lussemburgo,
  • Ungheria,
  • Di Malta,
  • il territorio dei Paesi Bassi in Europa,
  • Austria
  • Polonia,
  • Portogallo,
  • La Romania,
  • Slovenia,
  • la Repubblica slovacca,
  • Finlandia,
  • Svezia,
  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, isole Normanne e Isola di Man (*).

Sono considerati parte del territorio doganale della Comunità anche i seguenti territori, comprese le acque territoriali, le acque marittime interne e lo spazio aereo, situati al di fuori del territorio degli Stati membri:

  • il territorio del Principato di Monaco
  • il territorio delle zone di sovranità del Regno Unito di Akrotiri e Dhekelia a Cipro (*).

UE

 

Austria

 

Belgio

 

Bulgaria

 

Croazia

 

Cipro

 

Repubblica ceca

 

Danimarca

 

Estonia

 

Finlandia

 

Francia

 

Germania

 

Grecia

 

Ungheria

 

Irlanda

 

Italia

 

Lettonia

 

Lituania

 

Lussemburgo

 

Malta

 

Paesi Bassi

 

Polonia

 

Portogallo

 

La romania,

 

Repubblica slovacca

 

Slovenia

 

Spagna

 

Svezia

 

Regno Unito (*)

 

Anche i seguenti territori (comprese le acque territoriali, le acque marittime interne e lo spazio aereo) sono considerati parte del territorio doganale dell'UE

  • Principato di Monaco
  • zone di sovranità del Regno Unito di Akrotiri e Dhekelia a Cipro

Il mercato dell'UE riguarda anche

  • Quadro legislativo — per migliorare il mercato interno delle merci e rafforzare le condizioni per l'immissione sul mercato dell'UE di un'ampia gamma di prodotti, nel 2008 è stato adottato un nuovo quadro legislativo
  • Elementi costitutivi del mercato unico — la legislazione sul mercato unico delle merci mira a garantire che i prodotti immessi sul mercato dell'UE soddisfino requisiti elevati in materia di salute, sicurezza e ambiente — i prodotti che possono essere venduti nell'UE possono circolare senza ostacoli agli scambi e con un onere amministrativo minimo
  • Libera circolazione nei settori armonizzati e non armonizzati — Il principio della libera circolazione delle merci garantisce che tali disposizioni non portino alla creazione di ostacoli ingiustificati agli scambi
  • Aspetti internazionali del mercato unico — attraverso le sue relazioni con i paesi terzi, l'UE cerca di garantire le migliori condizioni possibili per il commercio internazionale di prodotti regolamentati

Orientamenti sulle norme dell'UE in materia di prodotti

 

Brexit — Avviso ai portatori di interessi

 

* Il Regno Unito si è ritirato dall'Unione europea ed è un paese terzo dal 1º febbraio 2020. Durante il periodo di transizione, che termina il 31 dicembre 2020, il diritto dell'Unione, con alcune limitate eccezioni, continua ad essere applicabile al Regno Unito e nel Regno Unito.

Link diretti