Zona di libero scambio globale e approfondita UE-Moldova

L'UE e la Repubblica di Moldova hanno firmato un accordo di associazione nel giugno 2014 e l'accordo è pienamente in vigore dal luglio 2016. La zona di libero scambio globale e approfondito (DCFTA) è parte integrante dell'accordo. Riduce le tariffe che le imprese europee devono affrontare quando esporta in Moldova e rende più efficienti le procedure doganali. Inoltre, l'accordo facilita ulteriormente il commercio mediante il graduale ravvicinamento della legislazione, delle norme e delle procedure moldove, comprese le norme, a quelle dell'UE.

L'accordo in sintesi

L'accordo di associazione tra l'Unione europea e la Repubblica di Moldova è stato firmato nel giugno 2014 ed è pienamente in vigore dal luglio 2016.

Cfr. il testo integrale e gli allegati dell'accordo.

Quali sono i vantaggi per la vostra impresa?

L'accordo di associazione

  • agevola l'esportazione e l'importazione dalla Repubblica di Moldova (di seguito "Moldova")
  • abbassa le tariffe e consente un avvio efficiente e rapido delle procedure doganali

Inoltre, l'accordo stabilisce un processo graduale di ravvicinamento della legislazione, delle norme e delle procedure moldove a quelle dell'UE, ad esempio nel settore delle norme, facilitando così ulteriormente gli operatori commerciali.

Chi può esportare dall'UE in Moldova nel quadro dell'accordo di associazione UE-Moldova?

Se sei una società registrata in uno Stato membro dell'UE e hai acquisito una dichiarazione doganale valida e, se necessario, una licenza di esportazione, puoi esportare nel quadro dell'accordo di associazione UE-Moldova.

Chi può esportare nell'UE dalla Moldova nel quadro dell'accordo di associazione UE-Moldova?

Per esportare nell'UE nel quadro dell'accordo UE-Moldova occorre essere una società registrata nella Repubblica di Moldova.

 

L'UE è uno dei maggiori partner commerciali della Moldova. I principali beni commerciali tra l'UE e la Moldova comprendono macchinari e apparecchiature, prodotti vegetali, tessili e articoli tessili, nonché metalli di base.

Tariffe

Beni industriali

Alla data di entrata in vigore provvisoria dell'accordo, l'UE ha abolito tutti i dazi sui prodotti industriali provenienti dalla Moldova, mentre la Moldova ha iniziato a eliminare gradualmente le tariffe per taluni prodotti nel corso di un periodo di transizione di 3-5 anni, ad esempio

  • alcuni tipi di plastica e prodotti simili
  • mobili e arredi
  • vari prodotti tessili (ad esempio tappeti e abbigliamento)

La Moldova ha completamente smantellato i suoi dazi su questi prodotti entro il 1º settembre 2019.

Prodotti agricoli

L'accordo riduce inoltre i dazi sui prodotti agricoli.

La Moldova ha convenuto di eliminare le tariffe per la maggior parte dei suoi prodotti agricoli dopo un periodo transitorio di dieci anni. Ciò è rilevante, ad esempio, per

  • vini
  • alcune preparazioni alimentari

Inoltre, la Moldova si è impegnata a eliminare i dazi nell'ambito di contingenti tariffari specifici per una serie di prodotti sensibili quali:

  • carni suine
  • pollame
  • prodotti lattiero-caseari
  • prodotti trasformati a base di carne
  • zuccheri

I contingenti tariffari concessi alle esportazioni dell'UE di tali prodotti in Moldova sono definiti nell' allegato XV-D, elenco delle concessioni, come segue:

Moldova — contingente tariffario (in tonnellate)

 

2020

2021

2022

1. Carni suine *

4,500

5,000

5,500

2. Pollame *

5,000

5,500

6,000

3. Prodotti lattiero-caseari *

1,500

2,000

 

4. Carni trasformate

1,700

   

5. Zuccheri *

7,000

8,000

9,000

6. Edulcoranti

640

   

* Le quote per carni suine, pollame, prodotti lattiero-caseari e zuccheri sono state riviste nel 2020

A sua volta, l'UE ha eliminato i suoi dazi sui prodotti agricoli fin dal primo giorno, ad eccezione dei prodotti sensibili specifici, per i quali ha introdotto anche contingenti tariffari. Ciò significa che ogni anno solo un numero limitato di prodotti sensibili può essere commercializzato in esenzione da dazi. Gli importi esatti sono definiti nell'allegato 15A dell'accordo di associazione.

I contingenti tariffari concessi alle esportazioni moldave di tali prodotti nell'UE sono definiti nell' allegato XV-A Prodotti soggetti a contingenti tariffari annui esenti da dazi (Unione) come segue:

UE — contingente tariffario (in tonnellate) *

Pomodori 2,000
Aglio 220
Uve da tavola 20,000
Mele 40,000
Ciliegie fresche 1,500,000
Prugne 15,000 
Succo di uva 500

* Questi contingenti sono gestiti in base al principio "primo arrivato, primo servito". Il periodo di presentazione delle domande va dal 1º gennaio al 31 dicembre. Prima di esportare, controllare il saldo di ciascuna quota applicabile.

Se le importazioni che arrivano nell'UE superano tali contingenti tariffari, si applica un dazio doganale NPF. Si noti inoltre che alcuni ortofrutticoli richiedono il pagamento dei prezzi di entrata nell'UE. È il caso, ad esempio, dei pomodori. Ciò significa che possono essere aggiunte maggiorazioni agli oneri all'importazione della merce se il suo prezzo all'importazione è inferiore a un prezzo d'entrata stabilito.

Inoltre, l' allegato XV-C comprende un elenco di prodotti agricoli per i quali l'UE può applicare un "meccanismo antielusione". Ciò significa che se le importazioni dalla Moldova superano un determinato livello, l'UE è autorizzata a sospendere le tariffe più basse per questi prodotti per un periodo di sei mesi.

L'accordo non consente dazi doganali sulle esportazioni. Essa comprende anche una cosiddetta clausola di "standstill". Questa clausola significa che né l'UE né la Moldova possono aumentare i dazi doganali o introdurre nuovi dazi destinati alle merci dell'altra parte. L'accordo vieta inoltre le restrizioni quantitative all'importazione e all'esportazione (ad eccezione delle restrizioni consentite in base alle norme dell' OMC, come l'articolo XI del GATT).

 

Trova l'aliquota tariffaria applicabile al tuo prodotto nel mio assistente al commercio.

Norme di origine

 

Per poter beneficiare del trattamento preferenziale, il prodotto dovrà soddisfare le norme di origine previste dall'accordo. Consulta lostrumento interattivo di autovalutazione delle regole di origine (ROSA) nel mio assistente commerciale per valutare se il tuo prodotto rispetta le norme di origine e scoprire come preparare i documenti corretti.

Informazioni generali sullenorme di originee sulle procedure di origine sono disponibili in questa sezione.

L'origine è la "nazionalità economica" dei beni oggetto di scambio. Se sei nuovo all'argomento, puoi trovare un' introduzione ai concetti principali nella sezione "Merci".

Norme di origine

Dove posso trovare le norme di origine?

Le norme di origine applicabili nell'ambito dell'accordo di associazione con la Moldova sono definite nell' appendice I della convenzione regionale sulle norme di origine preferenziali paneuromediterranee ("convenzione PEM"). Tali norme sono in fase di revisione e verso la metà del 2021 dovrebbe essere applicabile una nuova serie di norme di origine alternative, comprese le disposizioni sul cumulo, la restituzione del dazio, la tolleranza e la regola di non modifica (cfr. infra), che saranno rese meno rigorose.

La convenzione PEM sulle norme di origine mira a stabilire norme comuni di origine e cumulo tra 25 parti contraenti (UE, EFTA, paesi balcanici e partner ALS della regione del vicinato meridionale e orientale dell'UE) e l'UE per agevolare gli scambi e integrare le catene di approvvigionamento all'interno della zona.

L'elenco delle parti contraenti della PEM

Informazioni dettagliate sul sistema paneuromediterraneo sono disponibili nel manuale per gli utenti.

Il mio prodotto è originario dell'UE o della Moldova secondo la convenzione PEM?

Affinché il prodotto possa beneficiare della tariffa preferenziale inferiore o pari a zero ai sensi della convenzione PEM, deve essere originario dell'UE o della Moldova.

Un prodotto "originario" se è:

Il prodotto deve inoltre soddisfare tutti gli altri requisiti applicabili specificati nel capitolo, quali lavorazioni o trasformazioni insufficienti, e la regola del trasporto diretto. Vi sono inoltre ulteriori flessibilità per aiutarvi a rispettare le norme specifiche per prodotto, come la tolleranza o il cumulo.

 

Esempi dei principali tipi di norme specifiche per prodotto negli accordi commerciali dell'UE

  • regola del valore aggiunto — il valore di tutti i materiali non originari in un prodotto non può eccedere una determinata percentuale del suo prezzo franco fabbrica
  • la modifica della classificazione tariffaria — il processo di produzione comporta una modifica della classificazione tariffaria tra i materiali non originari e il prodotto finale — ad esempio la produzione di carta (capitolo 48 del sistema armonizzato) a partire da pasta non originaria (capitolo 47 del sistema armonizzato).
  • operazioni specifiche — è necessario un processo di produzione specifico, ad esempio la filatura di fibre in filati — tali norme sono utilizzate principalmente nei settori tessile dell'abbigliamento e dei prodotti chimici

Consigli per aiutarti a rispettare le norme specifiche per prodotto

L'accordo offre ulteriore flessibilità per aiutarvi a rispettare le norme specifiche per prodotto, come le tolleranze o il cumulo.

Tolleranza
Cumulo

La convenzione PEM prevede tre modalità di cumulo dell'origine

  • cumulo bilaterale — i materiali originari della Moldova possono essere considerati originari dell'UE (e viceversa) se utilizzati nella produzione del prodotto nell'UE
  • cumulo diagonale — i materiali originari di una parte contraente della convenzione PEM possono essere considerati originari di un'altra parte contraente nel valutare se il prodotto finale sia originario di un accesso preferenziale quando è esportato verso una parte terza contraente all'interno della zona paneuromediterranea.
    Tuttavia, il cumulo diagonale si applica solo se è in vigore un accordo commerciale tra tutte le parti contraenti interessate e tali paesi applicano le stesse norme di origine. Verificare la "matrice" (tabella contenente tutti gli accordi in vigore utilizzando la convenzione PEM) che specifica le parti contraenti con cui la Moldova può applicare il cumulo diagonale. Nell'aprile 2020 i partner comuni dell'UE e della Repubblica moldova ammissibili al cumulo diagonale erano la Turchia e i Balcani occidentali (partner nel quadro dell'accordo centroeuropeo di libero scambio — CEFTA).
  • cumulo integrale — le lavorazioni o trasformazioni effettuate in una parte contraente PEM possono essere considerate operazioni effettuate in un'altra parte contraente PEM, indipendentemente dal fatto che la trasformazione sia sufficiente per conferire il carattere di prodotto originario la
    Moldova può utilizzare il cumulo integrale negli scambi all'interno di paesi CEFTA.

 

Come funziona il cumulo diagonale?

Il cumulo diagonale avviene tra diversi paesi che condividono le stesse norme di origine e hanno tra loro accordi commerciali. Ciò avviene quando un produttore di beni in entrambi i paesi può importare materiali e utilizzarli come se fossero originari del proprio paese. Ad esempio, ai sensi della convenzione PEM, un commerciante moldovo che confeziona capi di abbigliamento per l'esportazione verso l'UE può utilizzare tessuti originari della Turchia per fabbricare gli indumenti e può considerarli originari della Moldova. Il requisito della doppia trasformazione, vale a dire la fabbricazione dei tessuti a partire da filati (non originari) e la produzione degli indumenti, è stato soddisfatto e gli indumenti sono considerati originari della Moldova quando sono esportati nell'UE e beneficeranno pertanto del libero accesso al mercato dell'UE.

Ulteriori spiegazioni sul cumulo PEM sono disponibili qui.

Altri requisiti

Il prodotto deve inoltre soddisfare tutti gli altri requisiti applicabili specificati nella convenzione, quali lavorazioni o trasformazioni insufficienti o la regola del trasporto diretto.

Trasporto attraverso un paese terzo: regola del trasporto diretto

I prodotti originari devono essere trasportati dall'UE in Moldova (e viceversa) o attraverso i territori delle parti contraenti con cui si applica il cumulo senza essere ulteriormente trasformati in un paese terzo.

Alcune operazioni possono essere effettuate in un paese terzo se i prodotti rimangono sotto controllo doganale, ad esempio:

  • scarico
  • nuovo carico
  • qualsiasi altra operazione destinata a preservare i prodotti in buono stato

La prova del rispetto di tali condizioni deve essere fornita alle autorità doganali del paese d'importazione presentando:

  • un documento di trasporto unico (ad esempio una polizza di carico) che copre il passaggio dal paese esportatore al paese terzo attraverso il quale le merci sono transitate
  • un certificato rilasciato dalle autorità doganali del paese terzo attraverso il quale si trasportano le merci
  • in mancanza dei suddetti documenti, qualsiasi documento probatorio.

Restituzione dei dazi

Ai sensi della convenzione PEM negli scambi tra l'UE e la Moldova, non è possibile ottenere la restituzione dei dazi precedentemente pagati sui materiali non originari utilizzati per fabbricare un prodotto esportato nell'ambito di una tariffa preferenziale.

Procedure di origine

Gli esportatori e gli importatori devono seguire le procedure di origine. Le procedure sono definite nel titolo V relativo alla prova dell'origine e nel titolo VI relativo agli accordi di cooperazione amministrativa. Esse chiariscono, ad esempio, come dichiarare l'origine di un prodotto, come chiedere preferenze o in che modo le autorità doganali possono verificare l'origine di un prodotto.

Come chiedere una tariffa preferenziale

Per beneficiare di una tariffa preferenziale, gli importatori devono fornire la prova dell'origine.

La prova dell'origine può essere:

La prova dell'origine è valida per un periodo di 4 mesi a decorrere dalla data del rilascio.

Certificati di circolazione delle merci EUR.1 o EUR-MED

  • i certificati di circolazione delle merci EUR.1 o EUR-MED sono rilasciati dalle autorità doganali del paese di esportazione
  • L'allegato III bis e l' allegato III ter riportano i modelli dei certificati EUR.1 e EUR-MED e forniscono istruzioni per la loro compilazione.
  • l'esportatore che richiede il certificato deve essere pronto a presentare documenti comprovanti il carattere originario dei prodotti in questione.

Ulteriori spiegazioni su quando utilizzare il certificato EUR.1 o EUR-MED sono fornite a pagina 72 del manuale.

Dichiarazione di origine o dichiarazione di origine EUR-MED

Gli esportatori possono autodichiarare che il loro prodotto è originario dell'UE o della parte contraente della convenzione PEM presentando una dichiarazione di origine. La dichiarazione di origine può essere presentata da:

  • un esportatore autorizzato
  • qualsiasi esportatore, se il valore totale della spedizione non supera 6,000 EUR
Come presentare una dichiarazione di origine

L'esportatore deve stampare, timbrare o stampare la seguente dichiarazione sulla fattura, sulla bolletta di consegna o su altro documento commerciale che identifichi il prodotto (allegato IV a):

"L'esportatore dei prodotti contemplati dal presente documento (autorizzazione doganale n.... ) dichiara che, salvo indicazione contraria, tali prodotti sono di... origine preferenziale."

Come presentare una dichiarazione di origine EUR-MED

In tal caso, la dichiarazione è la seguente (allegato IV b):

"L'esportatore dei prodotti contemplati dal presente documento (autorizzazione doganale n....) dichiara che, salvo indicazione contraria, tali prodotti sono di... origine preferenziale.

— cumulo applicato con... (nome del paese/dei paesi).

- non si applica il cumulo"

La dichiarazione di origine può essere redatta in qualsiasi lingua ufficiale dell'UE o nelle lingue ufficiali della zona PEM di cui all'allegato IV, lettere a) e b) (la dichiarazione relativa al cumulo dovrebbe sempre essere in inglese).

La dichiarazione di origine deve essere firmata a mano. Se sei un esportatore autorizzato, sei esonerato da questo requisito purché consegni alle autorità doganali un impegno scritto che accetti la piena responsabilità di qualsiasi dichiarazione che ti identifichi.

Verifica dell'origine

Le autorità doganali possono verificare se un prodotto importato è effettivamente originario o soddisfa altri requisiti in materia di origine. La verifica si basa su:

  • cooperazione amministrativa tra le autorità doganali delle parti importatrici ed esportatrici
  • controlli effettuati dalle dogane locali. Non sono consentite visite dell'esportatore da parte della parte importatrice

Le autorità della parte esportatrice procedono alla determinazione definitiva dell'origine e ne informano le autorità della parte importatrice.

Requisiti del prodotto 

Norme e requisiti tecnici

La Moldova ha adottato misure per ravvicinare la legislazione, le norme e le procedure relative agli ostacoli tecnici agli scambi con quelle dell'UE. Ciò facilita gli scambi commerciali tra la Moldova e l'UE.

La Moldova ha ravvicinato i regolamenti, tra cui:

  • l'accreditamento e la commercializzazione dei prodotti. Che stabilisce i moduli delle procedure di valutazione della conformità.
  • sicurezza generale del prodotto, che stabilisce i criteri su ciò che deve essere preso in considerazione per determinare la sicurezza di un prodotto e quando vietarlo perché presenta un grave rischio per la salute e la sicurezza

Per un elenco di tali regolamenti e di altre normative attuate dalla Moldova, cfr. l' allegato XVI dell'accordo di associazione UE-Moldova.

La Moldova ha inoltre accettato di approssimarsi

  • requisiti di sicurezza di un'ampia gamma di prodotti, tra cui macchine, ascensori, giocattoli, dispositivi medici e recipienti semplici a pressione
  • prodotti che non richiedono un'etichetta " Conformité Européenne " (CE), ad esempio prodotti cosmetici, veicoli a motore, prodotti chimici e farmaceutici

In termini di standard, la Moldova ha

  • ha adottato norme internazionali ed europee secondo le migliori pratiche
  • si impegnano ad abrogare eventuali norme nazionali contrastanti. Ciò comprende eventuali norme GOST (Gosudarstvennystandart) contrastantiutilizzate negli Stati post-sovietici — l'organismo nazionale di normalizzazione moldovo ha istituito sette comitati tecnici per individuare norme contraddittorie da abrogare.

 

Se desideri importare merci dalla Moldova nell'UE da un fabbricante che ha scelto di utilizzare le proprie specifiche dalla Moldova, devi ottenere una dichiarazione di conformità dell'UE firmata dal fabbricante.

La dichiarazione UE di conformità certifica e dichiara che i prodotti in questione soddisfano i requisiti e le norme pertinenti. Dopo averlo compilato, il fabbricante può apporre l'etichetta " Conformité Européenne " (CE) alle proprie merci, che indica che ha rispettato le norme dell'UE.

Se il fabbricante sceglie di dimostrare la conformità mediante una dichiarazione di conformità UE, può costare più in termini di denaro e di tempo che lavorare alle norme armonizzate dell'UE che garantiscono l'equivalenza.

Visualizzare le norme armonizzate raggruppate dalle vigenti direttive settoriali sui prodotti.

Contatti per i requisiti tecnici

Come saprei che le merci che importa nell'UE sono conformi ai regolamenti e alle norme dell'UE?

Se si importano merci che presentano un rischio elevato per l'interesse pubblico (ad esempio recipienti a pressione, ascensori e determinate macchine) nell'UE, la valutazione della conformità deve essere effettuata da un organismo notificato (che è di solito un'organizzazione specifica come laboratori o organismi di ispezione e certificazione accreditati dal governo moldovo).

Il ministero dell'Economia e delle infrastrutture controlla le istituzioni subordinate responsabili di compiti quali le procedure di valutazione della conformità, le verifiche metrologiche e l'accreditamento delle imprese. Tali istituzioni comprendono:

Per un gran numero di prodotti dovrete ottenere una certificazione obbligatoria, che può essere rilasciata da uno degli istituti di valutazione della conformità accreditati.

L'UE e la Moldova stanno attualmente lavorando a un tipo di accordo di riconoscimento reciproco che consentirà di immettere sul mercato determinati prodotti industriali che soddisfano i requisiti di conformità senza ulteriori prove o procedure di conformità.

Requisiti in materia di salute e sicurezza — SPS

Sicurezza alimentare, salute degli animali e delle piante

Per quanto riguarda gli scambi di piante, prodotti agricoli e alimentari consapevoli della salute e della sicurezza umana e animale, la Moldova ha convenuto di ravvicinare le legislazioni dell'UE, tra cui:

  • norme per la sicurezza dei prodotti agroalimentari
  • norme specifiche per l'alimentazione degli animali
  • norme sugli organismi geneticamente modificati
  • norme relative ai prodotti medici per uso veterinario

Per un elenco di tutti i prodotti contemplati, cfr. l' allegato XVII-A dell'accordo di associazione UE-Moldova.

Intendete importare merci dalla Moldova nell'UE?

  • le merci devono essere registrate presso l' Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare (ANSA)
  • occorre presentare una dichiarazione che notifichi all'ANSA le merci specifiche che stai importando.
  • devi ottenere un certificato fitosanitario rilasciato in Moldova che consenta l'ingresso delle merci nell'UE

Si prega di notare

  • chi importa nell'UE merci elencate come specie nell'ambito della convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e di fauna selvatiche minacciate di estinzione (CITES) potrà farlo solo previa autorizzazione del ministero dell'Agricoltura, dello sviluppo regionale e dell'ambiente della Moldova. Il vostro bene figura nell'elenco? Scopri qui
  • chi importa nell'UE sostanze e materiali chimici tossici deve ottenere un'autorizzazione di importazione dal ministero dell'Agricoltura della Moldova.
  • chi importa sostanze chimiche tossiche deve contattare il proprio punto di contatto ufficiale nazionale (OCP)

Il dipartimento per la salute animale assegnato all' Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare è responsabile dei controlli veterinari sugli animali vivi in Moldova. Per un elenco di disposizioni dettagliate sulle modalità di trattamento delle malattie degli animali o delle piante e dei pesci, cfr. l' allegato XVIII-A dell'accordo di associazione UE-Moldova.

Contatti per i requisiti sanitari/fitosanitari (SPS)

Ostacoli tecnici al commercio

Sebbene le norme tecniche siano importanti, talvolta possono costituire ostacoli al commercio internazionale e possono quindi rappresentare un onere considerevole per voi in quanto esportatori.

  • se ritieni di dover affrontare un ostacolo commerciale che rallenta la tua attività o ti impedisce di esportare, puoi dirci
  • indicare cosa sta fermando le esportazioni verso la Moldova utilizzando il modulo online — l'UE analizzerà la tua situazione e adotterà le misure appropriate

Contattaci

Documenti e procedure di sdoganamento

L'accordo garantisce procedure doganali più trasparenti e semplificate per agevolare gli scambi e ridurre i costi per le imprese.

Documenti

Leguide per tappe descrivono i diversi tipi di documenti da preparare per lo sdoganamento dei prodotti.

A seconda del prodotto, le autorità doganali possono richiedere tutti o alcuni degli elementi riportati di seguito.

  • fattura commerciale (trova i requisiti specifici relativi alla forma e al contenuto in My Trade Assistant)
  • bolla di accompagnamento del carico
  • licenze d'importazione per talune merci
  • certificati attestanti la conformità del prodotto ai regolamenti obbligatori sui prodotti, quali i requisiti in materia di salute e sicurezza, l'etichettatura e l'imballaggio.
  • prova dell'origine— dichiarazione di origine

Si precisa che è possibile richiedere preventivamente le informazioni tariffarie vincolanti e/ o le informazioni vincolanti in materia di origine.

Per informazioni dettagliate sui documenti da presentare per lo sdoganamento del prodotto, consultare il mio assistente commerciale.

Procedure per la prova e la verifica dell'origine

Per le descrizioni di come dimostrare l'origine dei prodotti per chiedere tariffe preferenziali e delle norme relative al controllo dell'origine da parte delle autorità doganali, si rimanda alla sezione relativa alle norme di origine.

Per informazioni sulle procedure doganali per l'importazione e l'esportazione in generale, consultare il sito web della DG Fiscalità e unione doganale.

Proprietà intellettuale e indicazioni geografiche

L'accordo tutela i tuoi diritti di proprietà intellettuale quando importa e/o esporta le merci in Moldova.

Marchi e diritti d'autore

L'accordo UE-Moldova prevede un sistema equo e trasparente per la registrazione dei marchi. Se la domanda è respinta dall'amministrazione dei marchi, la decisione deve esserLe comunicata per iscritto, indicando i motivi del rifiuto.

Disegni e brevetti

I disegni e modelli creati autonomamente che hanno carattere individuale sono protetti nell'ambito della registrazione per un periodo massimo di 25 anni. Ciò ti conferirà il diritto esclusivo di utilizzare il disegno o modello e impedirà ai terzi che non hanno il tuo consenso di utilizzare, ricreare, vendere, importare e/o esportare il disegno o modello.

Indicazioni geografiche

Un comitato specifico per le indicazioni geografiche istituito a norma dell'accordo UE-Moldova controlla l'attuazione dell'accordo in relazione alle indicazioni geografiche e riferisce al comitato per il commercio. Per maggiori informazioni sulle indicazioni geografiche dei prodotti agricoli, dei prodotti alimentari, dei tipi di vino e di bevande spiritose, cfr. l' allegato XXX dell'accordo UE-Moldova.

Come ottenere protezione?

L'agenzia moldova per la protezione del diritto d'autore è l' Agenzia statale per la proprietà intellettuale (AGEPI). L'agenzia si adopera per migliorare il quadro giuridico e adattarlo alle norme dell'UE, nonché per sensibilizzare l'opinione pubblica e sviluppare le capacità di applicazione della legge.

È possibile richiedere la registrazione online della proprietà intellettuale presso AGEPI. Il tempo necessario per ottenere la protezione dei DPI in Moldova varia a seconda del tipo di protezione che cerchi

  • diritto d'autore: 15-30 giorni
  • marchi: 10-12 mesi
  • brevetto per piante: 1.5-3 anni
  • brevetto a breve termine per invenzione: 7-8 mesi
  • brevetto a lungo termine per invenzione: 17-18 mesi
  • design industriale: 10-12 mesi
  • indicazioni geografiche, denominazioni di origine o specialità tradizionali: 10-12 mesi

Scambi di servizi

Sia il governo moldovo che l'UE hanno espresso le loro attuali limitazioni o riserve per quanto riguarda la prestazione di servizi, con un elevato livello di trasparenza. Per un elenco delle riserve specifiche della Moldova, cfr. l' allegato XXVII-E — G dell'accordo di associazione UE-Moldova.

Come navigate negli allegati?

L'accordo di associazione UE-Moldova contiene tre allegati con riserve della Moldova che potrebbero incidere sulla vostra impresa

  • cercate di creare un'impresa in Moldova? L'allegato XXVII-E contiene un elenco negativo di tutti i settori di servizi ai quali non è possibile accedere. Ciò significa che puoi sfruttare le opportunità in tutti gli altri settori che non figurano nell'elenco.
  • è interessato al commercio transfrontaliero dei Suoi servizi? L'allegato XXVIII-F contiene un elenco positivo dei settori dei servizi cui è possibile accedere. In questo elenco figurano tutti i settori in cui è consentito commerciare.
  • cerca laureati in tirocinio o opportunità di personale chiave? L'allegato XXVII-G elenca i settori o sottosettori in cui si applicano limitazioni.
  • sei un professionista indipendente o un prestatore di servizi contrattuale? L'allegato XXVII-H elenca le riserve applicate.
Chi può avviare un'impresa in Moldova?

Se sei

  • un'impresa, l'accordo UE-Moldova ti consente di stabilire o acquisire succursali o uffici di rappresentanza in Moldova o nell'UE
  • una persona fisica, l'accordo UE-Moldova ti offre la possibilità di creare e avviare un'impresa attraverso un'attività autonoma o imprese che sono sotto il vostro controllo

Queste indennità garantiscono lo stesso trattamento riservato ai cittadini moldovi.

Prestazione transfrontaliera di servizi

Nei settori cui è stato concesso l'accesso alla Moldova, l'accordo elimina i seguenti limiti:

  • sul valore totale delle operazioni o degli attivi di servizi
  • sul numero totale di operazioni di servizio o sulla quantità totale di prestazioni di servizi

Sarai inoltre autorizzato a prestare servizi alla Moldova alle stesse condizioni dei cittadini moldovi.

Soggiorni temporanei

L'accordo UE-Moldova ti consente di trasferirti temporaneamente in Moldova (o nell'UE) per lavorare come laureati in tirocinio, come venditore commerciale o come personale chiave di un'impresa in tale paese.

I periodi di soggiorno temporaneo sono i seguenti:

  • lavoratore trasferito all'interno della società (personale chiave di una società in Moldova (o nell'UE) o laureati in tirocinio) — fino a 3 anni
  • visitatore per motivi professionali (ad es. viaggio per stabilirsi in Moldova (o nell'UE) o venditore d'affari) — fino a 90 giorni su un periodo di 12 mesi
  • laureato in tirocinio che non è trasferito all'interno della società — fino a 1 anno

L'accordo UE-Moldova crea inoltre opportunità per i prestatori di servizi contrattuali in settori specifici in entrambi i paesi. A tale riguardo, tuttavia, il prestatore deve:

  • prestare il servizio in questione su base temporanea come dipendente di un'entità che ha ottenuto un contratto di servizi non superiore a 1 anno;
  • possedere almeno 3 anni di esperienza professionale nel settore
  • essere in possesso di un diploma universitario o di una qualifica che dimostri conoscenze di livello equivalente e qualifiche professionali pertinenti;

Per maggiori informazioni sui limiti posti al personale, ai laureati in tirocinio, ai venditori alle imprese e ai prestatori di servizi contrattuali, cfr. gli allegati XXVII-G e XXVII-H dell'accordo di associazione UE-Moldova.

Appalti pubblici

L'UE e la Moldova prevedono l'accesso reciproco ai mercati degli appalti pubblici in ciascun paese a livello nazionale, regionale e locale. Ciò vale per gli appalti pubblici e le concessioni nei settori tradizionali e nel settore dei servizi di pubblica utilità.

L'accordo UE-Moldova garantisce inoltre che l'esame delle domande di partecipazione alle gare d'appalto in entrambi i paesi avvenga in modo equo, con lo stesso trattamento riservato ai richiedenti locali e stranieri.

L'accordo obbliga sia l'UE che la Moldova a garantire che

  • tutti gli appalti previsti sono resi pubblici, in modo da aprire il mercato alla concorrenza e dare accesso alle informazioni relative all'appalto previsto prima dell'aggiudicazione del contratto.
  • esiste una descrizione non discriminatoria dell'oggetto dell'appalto, che indichi termini adeguati, accessibile a tutti gli operatori economici.
  • non vi è discriminazione nei confronti dell'operatore economico che potrebbe impedirti di partecipare all'offerta
  • la procedura di aggiudicazione dell'appalto è trasparente fino all'annuncio dell'offerta vincente.
  • la decisione finale sarà comunicata a tutti i richiedenti — su richiesta, i richiedenti non selezionati riceveranno una spiegazione che ti consentirà di analizzare la decisione.

La piattaforma elettronica di rete MTender per gli appalti fornisce informazioni sugli appalti più facilmente disponibili, tra cui l'annuncio delle attività di appalto previste, la disponibilità di documenti di gara elettronici, il bollettino automatizzato degli appalti pubblici e la generazione di un modello di offerta elettronico per gli operatori elettronici.

Link, contatti, documenti

Istituzioni nazionali

Rappresentanze, camere di commercio e associazioni di categoria

Contatti per i requisiti tecnici

Contatti per i requisiti sanitari/fitosanitari (SPS)

Istituzioni nazionali

Consiglio economico del primo ministro della Moldova

Web: https://consecon.gov.md/en/misiune/

Divisione per il controllo del commercio di merci a duplice uso presso il ministero dell'Economia e delle infrastrutture

La Moldova è parte della convenzione internazionale sulle armi chimiche (CWC) e controlla l'importazione di sostanze che possono essere utilizzate per produrre tali armi. Le importazioni possono pertanto richiedere un'autorizzazione particolare.

La Secoia controlla al circolo iei mărfurilor cu dubla destinato ie al Ministerul Economiei si Infrastructurii

BD. Piata Marii Adunari Nationale 1, MD-2033 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 250669

Fax: + 373 22 234064

Banca nazionale della Moldova (BNM)

L'organo responsabile del controllo valutario e della stabilità è la Banca nazionale della Moldova (BNM). Il comitato nazionale per la stabilità finanziaria è subordinato al BNM.

Banca nazionale ională a Moldovei (BNM)

BD. Grigore Vieru n. 1, MD-2005 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 822348, 822502, 822606

Dogane moldave

Serviciul Vamal al Republicii Moldova

Str. N. Starostenco 30, MD-2065 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 574201, 574206

Call center: + 373 22 574111

Fax: + 373 22 273061

E-mail: vama@customs.gov.md

Web: http://www.customs.gov.md/

Direzione per la prevenzione e la gestione dei rifiuti del ministero dell'Agricoltura

Direzione Prevenire poluării "i managementul" eurilor del Ministerul Agriculturii, del Dezvoltarii Regionale "Mediului"

Str. Constantin Tanase 9, MD-2005 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 204512, 204525, 204526

Fax: + 373 22 226858

Rappresentanze, camere di commercio e associazioni di categoria

Delegazione dell'Unione europea nella Repubblica moldova

Delegata ia Uniunii Europene în Republica Moldova

Str. M. Kogalniceanu 12, MD-2001 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22505210

Fax: + 373 22272622

E-mail: Delegation-Moldova@eeas.europa.eu

Missione della Repubblica di Moldova presso l'Unione europea

Avenue Franklin Roosevelt 55/Franklin Rooseveltlaan 55
1050 Bruxelles, Belgio

Tel.: + 32 27400660 

Fax: + 32 27400669 

E-mail: mission.bru@mfa.gov.md

Web: mrmue.mfa.gov.md

Camera di commercio e dell'industria della Repubblica di Moldova

Telecamera de Comert si Industrie a Republicii Moldova

151, Stefan cel Mare blv., Chisinau, MD2004, Moldova

Tel.: + 373 22 22 15 52

Fax: + 373 22 2 44 25

E-mail: camera@chamber.md

Associazione europea delle imprese Moldova

Asociathe ia Businessului European (EBA)

30, Vlaicu pârcălab str., di. 7, Chisinau, MD2012, Moldova

Tel.: + 373 22 90 70 25

Mobile: + 373 79 025 999

E-mail: info@eba.md

EU4Business

EU4Segreteria delle imprese

De Kleetlaan 2, B-1831 Diegem, Belgio

Tel.: + 32 27491851

E-mail: secretariat@eu4business.eu

Contatti per i requisiti tecnici

Istituto di normalizzazione della Moldova (ISM)

Institutul de Dédizare din Moldova (ISM)

Str. Eugen Coca 28, MD-2064 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 905300

Fax: + 373 22 905310

Come un'altra organizzazione controllata dal ministero dichiarato, il Centro nazionale per l'accreditamento della Repubblica di Moldova (MOLDAC) è designato come unico organismo nazionale di accreditamento in Moldova.

Catalogo delle norme e delle regolamentazioni tecniche moldove: www.estandard.md

Ministero della Salute, del lavoro e della protezione sociale

Ministerul Sinin-tinții, Muncii si Protectiei Sociale

Str. Vasile Alecsandri 2, MD-2009 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 729907, 268818

Fax: + 373 22 738781

Agenzia dei servizi pubblici

I veicoli a motore di nuova importazione devono essere iscritti nel registro dei mezzi di trasporto dell'Agenzia dei servizi pubblici. Inoltre, le condizioni tecniche per i veicoli a motore devono essere dichiarate e identificate dall'importatore.

Agenzia Servicii Pubblice

Str. Pushkin 42, MD-2012 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 257070

Fax: + 373 22 212259

Agenzia nazionale per il trasporto su strada

L'autorità incaricata del controllo e del controllo delle misure giuridiche relative al trasporto su strada è l'Agenzia nazionale per il trasporto su strada.

Subordonat Ministerului Transporturilor i Infrastructurii Drumurilor (ANTA) subordonat Ministerului Transporturilor i Infrastructurii Drumurilor

Str. Alecu Russo 1, MD-2068 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 498810

Fax: + 373 22 220657

Contatti per i requisiti sanitari/fitosanitari (SPS)

Organizzazione nazionale per la protezione delle piante (NPPO)/Direzione per la protezione delle piante

Dinizaia Protecenia intaura- i sănătatea plantelor atribuite Agenfìiei Nathe ionale pentru Sigкa Alimentelor (ANSA)

Str. Mihail Kogălniceanu 63, MD-2009 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 264674, 294730

Fax: + 373 22294730

Dipartimento per la salute animale assegnato all'Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare

Departamentul de sănătate Animală atribuit celei Agentów iei Nathe ionale pentru Siguris a Alimentelor (ANSA)

Str. Mihail Kogălniceanu 63, MD-2009 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 210178, 294730

Fax: + 373 22 294730

Ministero dell'Agricoltura, dello sviluppo regionale e dell'ambiente

Ministerul Agriculturii, Dezvoltării Regionale "i Mediului"

Str. Constantin Tanase 9, MD-2005 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 204579

Fax: + 373 22 220748

Punto di contatto ufficiale (OCP) per le sostanze chimiche tossiche

Direzione Prevenire poluării "i managementul" eurilor del Ministerul Agriculturii, del Dezvoltarii Regionale "Mediului"

Str. Constantin Tanase 9, MD-2005 Chisinau, Moldova

Tel.: + 373 22 204512, 204525, 204526

Fax: + 373 22 226858

Commissione nazionale per la sicurezza biologica

Comisia Naală ională pentru Securitate Biologică

Str. Mitropolit Dosoftei 156 A, MD-2004 Chisinau, Moldova

Tel. e fax: + 373 22 226874

Ulteriori link

  • maggiori informazioni sull'accordo di associazione e sulle relazioni commerciali UE-Moldova sono disponibili sul sito web della DG Commercio. È inoltre possibile cercare altre informazioni sulle relazioni commerciali UE-Moldova cliccando su questo link.
  • per informazioni sull'attuazione dell'accordo di libero scambio globale e approfondito in Moldova, si veda qui. L'EU Monitor fornisce inoltre informazioni sui lavori in corso in seno al Comitato di associazione riunito nella formazione "Commercio".
  • anche il Servizio europeo per l'azione esterna (SEAE) fornisce informazioni dettagliate sulle relazioni UE-Moldova. Per una panoramica è possibile consultare anche una scheda informativa.
Condividi questa pagina:

Link diretti