Version: 1.0.24.26 (2020-11-23 14:15)

Tariffe

La vostra impresa intende importare merci nell'UE? Questa sezione aiuta a comprendere alcune delle tariffe, delle quote e degli altri dazi applicabili.

Classificazione dei prodotti e ITV

Come si può trovare la tariffa per un prodotto importato specifico?

  • ogni prodotto importato nell'UE è classificato sotto una tariffa. Il codice tariffario, denominato anche codice del prodotto, aiuta a capire quali tariffe si applicano al vostro specifico prodotto. Di conseguenza, occorre prima identificare il codice tariffario del prodotto. Maggiori informazioni sulla classificazione dei prodotti sono disponibili qui.
  • Una volta identificato il codice tariffario pertinente per il prodotto in questione, è possibile controllare il tasso tariffario del mio assistente.

Tariffa doganale vincolante Informazioni tariffarie sulla classificazione tariffaria delle merci

  • il sistema delle informazioni tariffarie vincolanti (ITV) dell'UE può individuare la corretta classificazione tariffaria per le merci che intende importare. TI permetterà di comprendere quale dazio doganale si applica alla tua merce e se hai bisogno di un certificato d'importazione. Una decisione ITV fornisce certezza giuridica in merito a questa classificazione tariffaria.
  • dal 1º ottobre 2019 tutti i processi relativi all'IA sono elettronici e gli operatori economici devono presentare tutte le nuove domande per via elettronica. Cfr. "per maggiori informazioni
  • tutte le decisioni ITV già prese possono essere esaminate qui

Valutazione in dogana

  • la valutazione in dogana è il calcolo del valore economico delle merci dichiarate per l'importazione
  • dazi doganali (e IVA) sono calcolati in percentuale del valore delle merci — una volta determinato il valore delle merci, la tariffa doganale e l'origine delle merci possono essere calcolate per calcolare il dazio doganale totale dovuto per il prodotto

Maggiori informazioni sulle modalità di calcolo del valore in dogana nell'UE sono reperibili qui.

Franchigia e sospensione

 

In generale, la maggior parte dei prodotti importati è soggetta a dazi all'importazione. Tuttavia, in alcuni casi particolari, può essere applicata un'eccezione e non è necessario versare alcun dazio.

I dazi della tariffa doganale comune si applicano alle merci importate da paesi terzi attraverso le frontiere esterne dell'UE. In talune circostanze particolari, tali dazi all'importazione possono essere revocati.

Si vedano tutti i casi in cui è possibile concedere l'esenzione dai dazi (regolamento (CE) n. 1186/2009 del Consiglio).

In alcune circostanze, anche i dazi all'importazione possono essere temporaneamente sospesi (in tutto o in parte) per talune merci. Ciò non pregiudica i dazi antidumping eventualmente in vigore.

  • le merci importate in regime di sospensione sono autorizzate a continuare in libera pratica sul mercato dell'UE, al pari di tutte le altre merci importate legalmente.
  • le sospensioni sono normalmente concesse per materie prime, semilavorati o componenti non disponibili nell'UE. non sono mai concesse per i prodotti finiti.

Ulteriori informazioni

Contingenti tariffari

Nell'ambito dei contingenti tariffari, determinati quantitativi di merci possono essere importati a dazio ridotto o a dazio zero. Ciò non influisce su eventuali dazi antidumping anche in vigore.

I contingenti tariffari (CT) consentono che i prodotti importati nell'ambito di una determinata quota entrino nel mercato dell'Unione europea a una tariffa inferiore a quella dei quantitativi al di fuori delle quote. Essi consentono una maggiore varietà di prodotti per i consumatori, incoraggiando nel contempo i paesi terzi ad aprire i loro mercati ai prodotti europei.

Contingenti tariffari preferenziali

  • questi tipi di quote si ritrovano comunemente negli accordi commerciali e negli accordi preferenziali tra l'UE e alcuni altri paesi.
  • questo tipo di contingente significa che un volume predeterminato di merci provenienti da un paese specifico può essere importato nell'UE con un dazio favorevole

Contingenti tariffari autonomi

  • questi contingenti possono essere aperti in alcuni settori economici al fine di stimolare la concorrenza all'interno dell'UE — solitamente applicano Erga omnes (a tutti i concorrenti) e sono normalmente concesse alle materie prime, ai prodotti semilavorati o ai componenti che non sono disponibili nell'UE in quantità sufficienti.
  • non sono previsti contingenti tariffari per i prodotti finiti

Per ulteriori informazioni sui contingenti tariffari.

Gestione delle quote

  • La maggior parte dei contingenti tariffari è gestita dalla direzione generale della Fiscalità e dell'unione doganale della Commissione europea, secondo il principio "primo arrivato, primo servito". Ciò avviene indipendentemente dallo Stato membro in cui è importato. Le informazioni sui saldi in corso sono disponibili online.
  • Alcuni contingenti tariffari applicabili a prodotti agricoli specifici sono gestiti dalla direzione generale dell'Agricoltura e dello sviluppo rurale della Commissione europea. Vari regolamenti del Consiglio e della Commissione contengono disposizioni specifiche sulla gestione di tali contingenti. Verifica se un contingente può essere applicato al vostro prodotto presso il mio assistente commerciale.

Maggiori informazioni per settore

Come conoscere i contingenti tariffari?

I risultati della ricerca del vostro prodotto in Il mio assistente commerciale forniscono informazioni sui contingenti tariffari e sui valori forfettari all'importazione. Troverà inoltre un riferimento alla legislazione applicabile a tali informazioni.

Antidumping

Dazi antidumping

Oltre ai normali dazi all'importazione, un prodotto può essere soggetto anche a strumenti antidumping o ad altri strumenti di difesa commerciale quando è importato nell'UE.

  • I produttori dell'UE possono presentare una denuncia alla Commissione europea qualora ritengano che un prodotto sia oggetto di dumping sleale sul mercato UE da parte di produttori di paesi terzi — i produttori comunitari che intendono presentare una denuncia antidumping devono contattare la Commissione europea
  • la Commissione europea può anche avviare un'indagine sul dumping di propria iniziativa o su richiesta di uno Stato membro dell'UE

Il procedimento antidumping

Dopo aver ricevuto una denuncia dai produttori dell'UE del prodotto in esame, la Commissione pubblica un avviso nella Gazzetta ufficiale dell'UE per aprire un procedimento antidumping. Il termine massimo per l' inchiesta relativa a tali procedimenti è di 15 mesi. Le conclusioni dettagliate sono pubblicate nella Gazzetta ufficiale. Ad esempio, queste conclusioni possono includere un regolamento che impone dazi antidumping o chiude il procedimento senza l'imposizione di dazi.

Il regolamento antidumping di base dell'UE rispetta gli obblighi internazionali dell'UE, in particolare l' accordo antidumping dell'OMC.

Cfr. anche il diagramma di flusso del procedimento di inchiesta antidumping

Condizioni per le misure antidumping

L'inchiesta deve dimostrare che:

  • vi è dumping da parte dei produttori esportatori del paese/dei paesi interessati.
  • grave pregiudizio subito dall'industria dell'UE interessata
  • esiste un nesso causale tra il dumping e il pregiudizio accertato
  • l'istituzione di misure non è contraria all'interesse dell'UE

Per informazioni dettagliate sulle condizioni per imporre una misura antidumping, cfr. condizioni.

Se dall'inchiesta risulta che le quattro condizioni di cui sopra sono soddisfatte, possono essere istituite misure antidumping sulle importazioni del prodotto in esame.

Tali misure assumono solitamente una delle seguenti forme:

  • un dazio ad valorem (tassato in base al valore della transazione)
  • dazi specifici (tassati per quantità specifica del prodotto)
  • impegni sui prezzi (l'esportatore non UE accetta di vendere i suoi prodotti a un prezzo minimo nell'UE)

I dazi sono pagati dall'importatore nell'UE e riscossi dalle autorità doganali nazionali dello Stato membro dell'UE interessato.

N.B.: se l'UE accetta l'impegno sui prezzi del produttore (un aumento volontario dei prezzi) non saranno riscossi dazi antidumping sulle importazioni. La Commissione non è tenuta ad accettare un'offerta d'impegno.

La regola del "dazio inferiore"

Un dazio può essere imposto per eliminare gli effetti del dumping sulle importazioni di un determinato prodotto. Si effettua una valutazione del livello di dazio necessario per eliminare gli effetti pregiudizievoli del dumping. Le misure saranno imposte al livello del dumping o del pregiudizio, se inferiore.

Antidumping e navi

Le norme dell'UE comprendono un regolamento sulla vendita di navi di nuova costruzione a prezzi eccessivamente bassi. Per ulteriori dettagli si veda la costruzione navale .

Durata delle misure e delle revisioni

Le misure sono generalmente adottate per un periodo di 5 anni. Esse possono essere soggette a revisione nel corso di tale periodo se

Le misure scadranno dopo 5 anni, a meno che non venga avviato un riesame in previsione della scadenza.

La Commissione controlla le misure per garantirne l'efficacia e il rispetto da parte degli esportatori e degli importatori.

Dazi antidumping in vigore

Potete trovare informazioni su tutte le inchieste antidumping in corso.

Misure antisovvenzioni o compensative

  • al di là dei dazi antidumping, le misure antisovvenzioni possono essere applicate al prodotto importato, denominate anche misure compensative e destinate a compensare gli effetti di una sovvenzione iniqua da parte di un partner commerciale.
  • Vi sono norme quando tali sovvenzioni sono consentite e se possono essere contrastate dall'UE, potete saperne di più su queste norme relative alle norme antisovvenzioni dell'UE.
  • le misure compensative possono consistere in diversi tipi di strumenti, ma sono generalmente applicati sotto forma di dazi maggiorati, una misura compensativa può consistere in un dazio supplementare ad valorem o specifico e può essere applicata sotto forma di un prezzo minimo all'importazione, oppure può consistere in un "impegno sui prezzi", quando l'esportatore si impegna a vendere il prodotto al di sopra di un prezzo minimo.
  • analogamente ai procedimenti antidumping, un'industria dell'UE può presentare denuncia alla Commissione se ritiene che le importazioni di un prodotto proveniente da un paese non UE siano sovvenzionate e danneggiano l'industria dell'UE che produce lo stesso prodotto.

Maggiori informazioni sulle misure antisovvenzioni sono disponibili qui.

È possibile trovare informazioni su tutte le inchieste antisovvenzioni concluse e in corso.

Dazi di salvaguardia

  • le misure di salvaguardia possono essere applicate quando un'industria dell'UE subisce l'impatto di un improvviso, brusco e improvviso aumento delle importazioni
  • tali misure sono utilizzate molto raramente e solo in circostanze molto specifiche.
  • le misure di salvaguardia possono consistere in restrizioni quantitative all'importazione (contingenti di importazione) o in aumenti di dazio — possono applicarsi a tutte le importazioni del prodotto in questione da tutti i partner commerciali o da beni di origine specifica.

Per saperne di più sulle misure di salvaguardia nell' UE.

 

Link diretti