Svizzera

Le relazioni economiche e commerciali della Svizzera con l'UE sono disciplinate principalmente da una serie di accordi bilaterali in cui la Svizzera ha convenuto di riprendere alcuni aspetti della legislazione dell'UE in cambio dell'accesso a una parte del mercato unico dell'UE.

La pietra angolare delle relazioni UE-Svizzera è l'accordo di libero scambio del 1972.

Per poter beneficiare del trattamento preferenziale, il prodotto dovrà soddisfare le norme di origine previste dall'accordo. Consulta lostrumento interattivo di autovalutazione delle regole di origine (ROSA)nel mio assistente commerciale per valutare se il tuo prodotto rispetta le norme di origine e scoprire come preparare i documenti corretti.

Le norme di origine sono disciplinate dalla convenzione paneuromediterranea.

Nel 1999 sono stati firmati sette accordi settoriali, denominati "Bilaterals I". Riguardano:

  • libera circolazione delle persone
  • ostacoli tecnici al commercio
  • appalti pubblici
  • agricoltura
  • trasporti aerei e terrestri
  • ricerca.

Un'ulteriore serie di accordi settoriali firmati nel 2004 ("Bilaterals II") riguarda

  • prodotti agricoli trasformati
  • statistiche
  • lotta contro la frode.

Vi sono più di 100 accordi bilaterali tra l'UE e la Svizzera, gestiti da oltre 20 comitati misti. Gli accordi obbligano la Svizzera ad adottare la pertinente legislazione dell'UE nei settori interessati.

In cambio della sua parziale integrazione nel mercato unico dell'UE, la Svizzera versa un contributo finanziario alla coesione economica e sociale negli Stati membri dell'UE che hanno aderito dopo il 2004.

Accordi commerciali UE-Svizzera

 

Trova l'aliquota tariffaria applicabile al tuo prodotto nel mio assistente al commercio.

L'UE è il principale partner commerciale della Svizzera e la Svizzera è il quarto partner commerciale dell'UE.

Persaperne di più sulle relazioni commerciali UE-Svizzera.

Condividi questa pagina:

Link diretti