Version: 1.0.24.26 (2020-11-23 14:15)

Sistema di preferenze generalizzate (SPG)

La vostra impresa importa prodotti da paesi in via di sviluppo o meno sviluppati? Questa sezione aiuta a comprendere l'SPG dell'UE.

Informazioni SULL'SPG

L'attuale sistema di preferenze generalizzate (SPG)dell'UE (regolamento (UE) n.978/2012) è applicato dal 1º gennaio 2014.  

I tre regimi del sistema, il sistema SPG generale, il sistema di incentivi SPG + e il regime "Tutto tranne le armi " (EBA), sono rafforzati adeguando le preferenze e garantendo che abbiano un impatto maggiore.

I paesi ammissibili all'SPG sono elencati nell' allegato I del regolamento SPG. I paesi che beneficiano delle nuove preferenze SPG sono elencati nell' allegato II. I beneficiari di Tutto tranne le armi sono elencati nell' allegato IV.

Le modalità di applicazione del regime speciale di incentivazione per lo sviluppo sostenibile e il buon governo, SPG +, sono definite nel regolamento (UE) n. 978/2012 e nel regolamento delegato della Commissione (UE) n. 155/2013.

Norme di origine

Questa sezione introduce le principali norme di origine e le procedure di origine dell'accordo commerciale.

L'origine è la "nazionalità economica" delle merci commercializzate. Se siete nuovi al tema, potete trovare un' introduzione ai concetti principali nella sezione Merci.

Norme di origine

Il prodotto deve essere conforme a determinate norme che ne provano l'origine per poter beneficiare dell'aliquota preferenziale.

Dove posso trovare le regole?

Le norme di origine sono stabilite nei seguenti documenti giuridici:

Si noti che si tratta di regolamenti completi, che non riguardano solo l'origine. Tuttavia, la guida della Commissione per gli utilizzatori sulle norme di origine SPG (Le norme di origine dell'Unione europea per l'SPG: Una guida per gli utenti) comprende una versione consolidata non ufficiale del testo giuridico relativo alle norme di origine SPG.

Il mio prodotto è originario di un paese beneficiario dell'SPG?

Affinché il prodotto possa beneficiare della tariffa preferenziale inferiore o pari a zero nell'ambito dell'SPG, deve essere originario di un paese beneficiario dell'SPG. Un prodotto è considerato originario di un paese beneficiario dell'SPG se è

  • interamente ottenuti in un paese beneficiario o
  • Ottenuti in un paese beneficiario in cui sono incorporati materiali che non sono stati interamente ottenuti ma che sono stati oggetto di lavorazioni o trasformazioni sufficienti, quali definite dalle norme specifiche per prodotto di cui all' allegato 22-03 del regolamento delegato della Commissione (UE) 2015/2446,
    l'allegato 22-03 comprende due serie di norme: una applicabile ai paesi beneficiari meno sviluppati dell'SPG, una applicabile a tutti gli altri paesi beneficiari dell'SPG.

 

Esempi dei principali tipi di norme specifiche per prodotto negli accordi commerciali dell'UE

  • regola del valore aggiunto — il valore di tutti i materiali non originari di un prodotto non può superare una determinata percentuale del suo prezzo franco fabbrica
  • modifica della classificazione tariffaria — il processo di produzione comporta una modifica della classificazione tariffaria tra i materiali non originari e il prodotto finale — ad esempio la fabbricazione di carta (capitolo 48 del sistema armonizzato) a partire da pasta non originaria (capitolo 47 del sistema armonizzato)
  • operazioni specifiche — è necessario un processo di produzione specifico, ad esempio la filatura di fibre in filati — tali norme sono utilizzate principalmente nei settori tessile dell'abbigliamento e chimico.

 

Le norme specifiche per il vostro prodotto sono reperibili in My Trade Assistant.

Consigli per aiutarti a rispettare le norme specifiche per prodotto

È prevista una maggiore flessibilità per aiutarvi a rispettare le norme specifiche per prodotto, come la tolleranza o il cumulo.

Tolleranza

Nell'SPG, la regola di tolleranza consente al produttore di utilizzare materiali non originari che sono di norma vietati dalla norma specifica del prodotto, purché il loro peso o valore netto non superi

  • 15% del peso del prodotto per i prodotti agricoli e i prodotti agricoli trasformati di cui ai capitoli 2 e da 4 a 24 del sistema armonizzato, esclusi i prodotti della pesca trasformati di cui al capitolo 16
  • 15 % del prezzo franco fabbrica del prodotto per i prodotti industriali diversi dai tessili e dall'abbigliamento

Tolleranze specifiche si applicano ai tessili e agli indumenti classificati nei capitoli da 50 a 63 del sistema armonizzato, che sono inclusi nella nota 6 e nella nota 7 dell'allegato A Note introduttive all'elenco di cui all'allegato 22-03.

Questa tolleranza non può essere utilizzata per superare la soglia del valore massimo dei materiali non originari elencati nelle norme specifiche per prodotto.

Cumulo

L'SPG prevede le seguenti modalità di cumulo dell'origine

  • Cumulo bilaterale, che consente di conteggiare i materiali originari dell'UE come se fossero originari del paese beneficiario dell'SPG quando sono utilizzati nella fabbricazione di un prodotto
  • Ilcumulo regionale, che consente il cumulo all'interno di determinati gruppi regionali di paesi. Attualmente ciò vale per:

Gruppo I

  • Cambogia
  • Indonesia
  • Libano
  • Myanmar/Birmania
  • Filippine
  • Dal Vietnam

Gruppo III

  • Situazione in Bangladesh
  • Bielorussia
  • India
  • Il Nepal
  • Dal Pakistan
  • Sri Lanka

Tale cumulo consente di conteggiare i materiali importati da paesi dello stesso gruppo come originari se utilizzati nella fabbricazione di un prodotto. L'allegato 22-05 prevede alcune condizioni particolari per i prodotti tessili e per alcuni prodotti esclusi dal cumulo regionale elencati nell'allegato 22-04.

  • Cumulo interregionale, che consente ai paesi beneficiari del gruppo I e del gruppo III di utilizzare il materiale dell'altro paese come originario. Il cumulo è subordinato a una richiesta, non concessa automaticamente. Attualmente esiste uno di tali cumuli.
  • Cumulo ampliato, che consente a un paese beneficiario di chiedere il cumulo con un paese con cui l'Unione europea ha concluso un accordo di libero scambio. Attualmente tale cumulo non si applica.
  • Il cumulo con la Norvegia, la Svizzera e la Turchia consente di conteggiare i materiali originari di questi tre paesi come originari di un paese beneficiario se utilizzati nella fabbricazione di un prodotto. I prodotti agricoli che rientrano nei capitoli 1-24 del sistema armonizzato sono esclusi da questo tipo di cumulo.

Deroghe

Una deroga specifica può essere concessa, a determinate condizioni, al fine di consentire norme di origine più flessibili applicabili a prodotti specifici originari di paesi specifici. Tale deroga è stata concessa ed è attualmente in vigore per Capo Verde.

Altre prescrizioni

Il prodotto deve inoltre essere conforme a tutti gli altri requisiti applicabili del protocollo (quali lavorazioni o trasformazioni insufficienti o norme di non modificazione).

Regola di non modificazione

I prodotti originari devono essere trasportati dal paese beneficiario dell'SPG all'UE senza essere ulteriormente trasformati in un paese terzo.

Alcune operazioni possono essere effettuate in un paese terzo se i prodotti rimangono sotto vigilanza doganale, come ad esempio:

  • aggiunta o apposizione di marchi, etichette, sigilli o qualsiasi altra documentazione atta a garantire la conformità ai requisiti nazionali specifici del paese importatore
  • conservazione dei prodotti in buone condizioni
  • stoccaggio
  • frazionamento delle spedizioni

Le autorità doganali possono chiedere prove del rispetto della norma, quali:

  • documenti contrattuali di trasporto quali polizze di carico
  • prove fattuali o concrete basate sulla marcatura o sulla numerazione dei colli
  • qualsiasi prova relativa alle merci stesse;

Restituzione dei dazi

Il rimborso dei dazi precedentemente pagati sui materiali non originari utilizzati per fabbricare un prodotto esportato nell'ambito di una tariffa preferenziale è consentito nell'ambito del sistema SPG.

Procedure di origine

Come richiedere la tariffa agevolata

Gli esportatori e gli importatori devono seguire le procedure di origine. Le procedure di origine relative a una richiesta di restituzione preferenziale e alla verifica da parte delle autorità doganali sono stabilite agli articoli 60 e da 70 a 112 del regolamento di esecuzione (UE) 2015/2447 della Commissione.Esse chiariscono, ad esempio, come dichiarare l'origine di un prodotto, come rivendicare preferenze o come le autorità doganali possono verificare l'origine di un prodotto.

Dichiarazione di origine

  • Non è richiesta alcuna prova dell'origine per le importazioni nell'UE se il valore totale della spedizione non supera 500 EUR per i piccoli imballaggi o 1,200 EUR per i bagagli personali.

Prove dell'origine

Gli esportatori dei paesi beneficiari possono autodichiararsi che il loro prodotto è originario fornendo un'attestazione di origine che può essere rilasciata da

L'attestazione di origine è una dichiarazione di origine compilata dall'esportatore registrato su una fattura, una bolla di consegna, una bolla di accompagnamento del carico o qualsiasi altro documento commerciale che consenta l'identificazione delle merci e dell'esportatore. Il testo dell'attestazione di origine è stabilito nell'allegato 22-07 del regolamento (UE) 2015/2447. Per le norme relative all'attestazione di origine, si rimanda principalmente all'articolo 92 e all'articolo 93 di tale regolamento.

Dopo il 30 giugno 2020, la prova dell'origine per chiedere il trattamento tariffario preferenziale nell'ambito dell'SPG è un'attestazione di origine rilasciata da esportatori registrati nel paese beneficiario nel sistema degli esportatori registrati (REX). I certificati FORM A non sono più accettati dopo tale data.

Tuttavia, date le perturbazioni causate dalla pandemia di Covid-19, è possibile richiedere un periodo transitorio prolungato. I paesi in cui il sistema REX non ha potuto essere utilizzato o utilizzato a causa della pandemia possono beneficiare di un'ulteriore proroga del periodo di transizione fino al 31 dicembre 2020, come stabilito dal regolamento (UE) 2020/750. Per aggiornamenti regolari si prega di consultare il sito web della sezione REX.

L'attestazione di origine rimane valida per 12 mesi dalla data del rilascio.

Verifica dell'origine

Le autorità doganali possono verificare se un prodotto importato sia effettivamente originario o soddisfi altri requisiti in materia di origine. L'SPG si basa sui seguenti principi:

  • la verifica si basa sulla cooperazione amministrativa tra le autorità doganali del paese beneficiario e dell'UE.
  • i controlli sull'origine dei prodotti sono effettuati dalle autorità doganali del paese beneficiario, ma se necessario, la Commissione o le autorità degli Stati membri dell'UE possono partecipare a tali indagini.
  • una volta conclusa la verifica, le autorità del paese beneficiario comunicano i risultati alle autorità richiedenti dello Stato membro dell'UE che procede alla determinazione definitiva dell'origine.

Requisiti dei prodotti

Norme e requisiti tecnici

Requisiti relativi ai prodotti e regimi commerciali che le merci devono soddisfare per essere importate nell'Unione europea.

 

Cerca le norme e i regolamenti specifici applicabili al prodotto e al suo paese di origine utilizzando il mio assistente commerciale.

Pervisualizzare i requisiti del tuo prodotto devi anzitutto identificarne il codice doganale: Se non si conosce il codice doganale, è possibile cercarlo con il nome del prodotto nel motore di ricerca integrato.

Prescrizioni in materia di salute e sicurezza, norme sanitarie e fitosanitarie

Conoscere le norme sanitarie, fitosanitarie e sanitarie (SPS) che le merci devono rispettare per poter essere importate nell'Unione europea.

 

Cerca le norme in materia di salute, sicurezza e misure sanitarie e fitosanitarie applicabili al prodotto e al suo paese di origine nell' assistente del My Trade.

Documenti e procedure di sdoganamento

Prova dell'origine

Per poter beneficiare delle aliquote del dazio preferenziale, i prodotti originari dei paesi beneficiari dell'SPG dell'UE devono essere accompagnati da una prova dell'origine. La prova dell'origine rimane valida per 10 mesi dopo il rilascio. La prova dell'origine può essere:

  • Certificato di origine, modulo A, rilasciato dalle autorità competenti del paese beneficiario. L'esportatore che richiede il certificato deve essere pronto a presentare documenti comprovanti il carattere originario dei prodotti in questione. Il certificato deve essere messo a disposizione dell'esportatore non appena le merci sono state esportate. Tuttavia, in via eccezionale, un certificato può essere rilasciato dopo l'esportazione a determinate condizioni.
  • Dichiarazione su fattura redatta dall'esportatore * — per spedizioni di valore pari o inferiore a 6,000 EUR. Nel compilare una dichiarazione su fattura, dovreste essere disposti a presentare documenti comprovanti il carattere originario dei vostri prodotti.

* Per redigere una dichiarazione su fattura, occorre stampare, stampare o stampare la seguente dichiarazione (in inglese o francese) sulla fattura, sulla bolla di consegna o su altro documento commerciale: "L'esportatore dei prodotti contemplati dal presente documento (autorizzazione doganale n.... ) dichiara che, salvo indicazione contraria, tali prodotti sono di origine preferenziale conformemente alle norme di origine del sistema di preferenze generalizzate della Comunità europea". La dichiarazione su fattura deve essere firmata a mano.

Altri documenti

Procedure doganali per l'importazione e l'esportazione.

Proprietà intellettuale e indicazioni geografiche

  • Norme dell'UE in materia di
    • Proprietà intellettuale e indicazioni geografiche
    • Politica dell'UE in materia di proprietà intellettuale e paesi in via di sviluppo

Scambi di servizi

Appalti pubblici

Investimenti

Link e documenti utili

Verificate le norme e le tariffe specifiche che si applicano alla merce che intendi importare/esportare nel My Trade Assistant.

Regolamento (UE) n. 978/2012 relativo alle preferenze tariffarie generalizzate.

Link diretti