Version: 1.0.24.26 (2020-11-23 14:15)

Servizi

Vuoi vendere o acquistare servizi nell'UE? Questa sezione Le guiderà attraverso i fondamentali del mercato unico dell'UE per i servizi in termini di legislazione, riconoscimento delle qualifiche professionali, norme applicate e commercio estero.

Quello dei servizi è un settore di cruciale importanza per l'economia dell'Unione europea, Rappresentano oltre il 70 % del PIL dell'UE e una pari quota del suo impiego.

Diritti dei fornitori dell'UE

Se sei un fornitore di servizi europei, hai il diritto di

  • creare un'impresa in un altro paese dell'UE

  • fornire o ricevere servizi in un paese dell'UE diverso da quello in cui è stabilita l'organizzazione

Base giuridica dell'UE per il mercato unico dei servizi

Qual è la base giuridica del mercato unico europeo dei servizi?

La direttiva sui servizi (2006/123/CE) riguarda la maggior parte dei settori dei servizi, tra cui il commercio al dettaglio, il turismo, l'edilizia e i servizi alle imprese. Si riferisce ai servizi scambiati tra i paesi dell'UE, nonché ai servizi forniti in uno dei paesi. In breve, la direttiva

  • elimina la burocrazia e semplifica le norme per lo stabilimento dei prestatori di servizi nel loro paese di origine e all'estero
  • semplifica le norme per la prestazione transfrontaliera di servizi in altri paesi dell'UE
  • rafforza i diritti dei consumatori di servizi
  • garantisce un accesso più agevole a una gamma più ampia di servizi

Utilizzare la Guida rapida alla direttiva sui servizi per individuare i servizi interessati, quali sono le principali disposizioni e come va a vantaggio dei prestatori di servizi e dei destinatari di servizi.

Oltre alla direttiva sui servizi, alcune leggi settoriali specifiche stabiliscono norme per i servizi finanziari, i trasporti, le telecomunicazioni, i servizi postali e la radiodiffusione.

Riconoscimento delle qualifiche professionali

Le qualifiche professionali sono riconosciute tra i paesi dell'UE?

Sì, i professionisti dell'UE possono circolare liberamente oltre frontiera e esercitare la loro professione o prestare servizi all'estero.

  • La direttiva sulle qualifiche professionali (2005/36/CE) facilita il reciproco riconoscimento delle qualifiche professionali tra i paesi dell'UE.
  • esistono inoltre direttive specifiche per gli avvocati e alcune altre professioni che si occupano dello stabilimento in un altro paese dell'UE e della prestazione transfrontaliera di servizi
  • La tessera professionale europea è una procedura digitale a livello di UE per il riconoscimento delle qualifiche professionali. È attualmente disponibile per infermieri responsabili dell'assistenza generale, fisioterapisti, farmacisti, agenti immobiliari e guide alpine
  • La banca dati delle professioni regolamentate contiene informazioni sulle professioni regolamentate, sulle statistiche relative ai professionisti che migrano, ai punti di contatto e alle autorità nazionali dei paesi dell'UE, dei paesi del SEE e della Svizzera.

Il mercato unico dell'UE per i servizi.

 

Brexit

  • Ecco un'analisi delle conseguenze giuridiche del recesso del Regno Unito dalla prestazione di servizi e dal distacco dei lavoratori
  • Potete consultare altri orientamenti sull'impatto del recesso del Regno Unito: l'elenco completo è disponibile sul sito web dell'UE sulla preparazione per la Brexit.

Commercio estero

Gli accordi commerciali bilaterali dell' UE con i paesi terzi portano a una notevole apertura dei mercati per gli scambi di servizi. L'elenco degli accordi commerciali è disponibile qui.

Informazioni sugli scambi di servizi nel vostro mercato di servizi.

Link diretti