Version: 1.0.24.26 (2020-11-23 14:15)

Accordi commerciali

L'UE dispone di regimi commerciali speciali a sostegno dei paesi in via di sviluppo.

Sistema di preferenze generalizzate (SPG)

L'UE offre l'attuale SPG ai paesi a reddito basso e medio-basso.Il regime prevede la soppressione parziale o totale dei dazi doganali dell'UE per un gran numero di prodotti che entrano nel mercato dell'UE.

Sistema di preferenze generalizzate Plus (SPG +)

Il regime SPG + è un regime speciale di incentivazione per lo sviluppo sostenibile e il buon governo. Riduce al 0 % i dazi doganali sulle importazioni dell'UE per i paesi vulnerabili a basso e medio-basso reddito che attuano 27 convenzioni internazionali in materia di diritti umani, diritti dei lavoratori, tutela dell'ambiente e buona governance.

Tutto tranne le armi (EBA)

Il regime EBA è un regime speciale per i paesi meno sviluppati, che concede un accesso totale in esenzione da dazi e contingenti al mercato unico dell'UE per tutti i prodotti ad eccezione delle armi e degli armamenti.

Accordi di partenariato economico (APE)

Gli APE sono accordi commerciali e di sviluppo tra l'UE e i paesi dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP), intesi a facilitare l'integrazione degli ACP nell'economia mondiale attraverso una graduale liberalizzazione degli scambi e una migliore cooperazione in campo commerciale.

Altri accordi commerciali specifici comprendono:

Regolamento sull'accesso al mercato (MAR)

Il Mar Mediterraneo fornisce un accesso al mercato dell'UE in esenzione da dazi e contingenti per i prodotti originari dei paesi ACP che non beneficiano di un regime EBA e che hanno concluso APE in attesa di ratifica.

Spazio economico europeo (SEE)

Il SEE riunisce i 27 Stati membri dell'UE e tre paesi dell'Associazione europea di libero scambio (EFTA) — Islanda, Liechtenstein e Norvegia — nel mercato unico dell'UE, garantendo la libera circolazione delle merci, dei servizi, delle persone e dei capitali, nonché le relative politiche unificate (concorrenza, trasporti, energia, cooperazione economica e monetaria).

Unioni doganali

L'UE fa parte di tre unioni doganali

Le unioni doganali garantiscono la libera circolazione delle merci tra le due parti dell'unione doganale, l'allineamento alle tariffe esterne, le misure di politica commerciale armonizzate, le norme comuni e l'assistenza reciproca in materia doganale, nonché la cooperazione in altri settori.

Paesi e territori d'oltremare (PTOM)

I PTOM non fanno parte del territorio della Comunità europea, ma sono costituzionalmente collegati a quattro Stati membri (Danimarca, Francia, Paesi Bassi e Regno Unito).La Comunità europea concede preferenze commerciali unilaterali a tutti i prodotti originari dei PTOM, allo scopo di promuoverne lo sviluppo economico e sociale e di instaurare strette relazioni economiche tra questi ultimi e la Comunità nel suo insieme.

Link diretti