Version: 1.0.24.26 (2020-11-23 14:15)

Come leggere un accordo commerciale

Se intendi esportare il tuo prodotto o servizio, potresti beneficiare di un trattamento favorevole grazie a un accordo commerciale. Gli accordi commerciali rendono più facile e meno costoso per l'esportazione, dando al vostro prodotto un vantaggio competitivo sul mercato di destinazione. Questa sezione consente di capire come funzionano gli accordi commerciali dell'UE e indica come trovare le informazioni di cui hai bisogno.

Gli accordi commerciali dell'UE potrebbero sembrare complicati, ma si basano su una struttura logica di facile lettura. Qui di seguito si trova la struttura standard di base di un accordo commerciale, che ti aiuterà a trovare le informazioni necessarie per la particolare attività commerciale. Ciò costituisce un orientamento generale. A seconda della situazione delle parti firmatarie e del loro livello di ambizione per liberalizzare gli scambi, ogni accordo è diverso.

1 Preambolo

Il preambolo menziona le parti, ne afferma gli obiettivi comuni per quanto riguarda lo sviluppo delle loro relazioni economiche e ne riconosce il fondamento.

2 Definizioni, obiettivi e disposizioni iniziali

Questo capitolo illustra i termini utilizzati nell'accordo, al fine di garantire un'interpretazione comune della lingua.

3 Trattamento nazionale e accesso al mercato per le merci

Il capitolo e i suoi allegati descrivono solitamente la misura in cui e quanto rapidamente l'accordo ridurrà o eliminerà dazi, imposte o altri diritti d'importazione per le merci oggetto di scambi tra le parti. Troverete qui i dazi e le tariffe specifici per tutte le merci coperte dall'accordo commerciale. Di solito, esiste un allegato separato contenente impegni specifici assunti da ciascuna parte per ciascuna categoria di prodotti.

4 Misure di difesa commerciale

Questo capo fa riferimento alle misure di contrasto che una parte può adottare in risposta agli effetti negativi di pratiche commerciali sleali, quali il dumping e le sovvenzioni illegittime.

5 Ostacoli tecnici al commercio

Questo capo prevede l'armonizzazione di alcuni regolamenti e riconosce l'equivalenza di alcune procedure di certificazione di qualità in settori specifici.Potrebbe prevedere il reciproco riconoscimento delle procedure di valutazione della conformità, il che significa che i prodotti possono essere ammessi all'importazione nel paese di destinazione sulla base dei documenti di valutazione della conformità rilasciati nel paese di esportazione.

6 Misure sanitarie e fitosanitarie

Questo capo definisce le norme in materia di sicurezza alimentare e di salute degli animali e delle piante. Esso mira in genere a semplificare e armonizzare le procedure di conformità, garantendo che le misure legittime per la sicurezza alimentare e la salute animale e vegetale non creino ostacoli ingiustificati agli scambi. Qui potete trovare le autorità competenti di ciascun paese e i meccanismi di approvazione necessari per l'esportazione.

7 Dogane e facilitazione degli scambi

Questo capo intende snellire le procedure doganali e renderle più efficaci. Qui potete trovare le procedure doganali che non sono state menzionate altrove, i requisiti per la documentazione e i metodi per determinare il rispetto delle norme di origine e altre informazioni relative alla valutazione in dogana, ai diritti e agli oneri e il diritto di ricorso alle decisioni in materia doganale.

8 Investimenti

Il presente capitolo definisce le misure di apertura degli investimenti e di tutela degli investitori, garantendone il trattamento equo. Potrebbe eliminare i limiti di capitale o i requisiti di prestazione in materia di capitali stranieri, agevolare il trasferimento degli utili e introdurre norme stabili e prevedibili che disciplinano le garanzie sugli investimenti. Potrebbe anche creare sistemi giudiziari per gli investimenti che consentano agli investitori di risolvere le controversie in materia di investimenti con i governi in modo rapido ed equo.

9 Scambi di servizi

Il presente capitolo si riferisce agli scambi transfrontalieri di servizi. Essa segue in parte la struttura dell'accordo generale sugli scambi di servizi, che stabilisce le norme per gli scambi di servizi tra tutti i paesi membri dell'OMC. Tuttavia, gli accordi commerciali spesso contengono ulteriori impegni in settori quali i servizi finanziari, le telecomunicazioni, il commercio elettronico e la temporanea circolazione delle persone fisiche. Impegni specifici possono essere reperiti negli allegati, con un calendario separato, per ciascuna delle parti.

10 Appalti pubblici

Questo capitolo specifica i settori in cui le imprese di ciascuna parte possono fornire beni e servizi ai rispettivi governi, comprese le amministrazioni centrali, regionali, provinciali e locali. Se le parti sono già membri dell'accordo sugli appalti pubblici (AAP) dell'OMC, l'accordo commerciale potrebbe approfondire gli impegni in termini di numero di enti aggiudicatori interessati, numero di beni e servizi contemplati e soglie di valore per l'ammissibilità delle offerte.

11 Proprietà intellettuale

Di solito, sulla base delle convenzioni internazionali esistenti in materia di proprietà intellettuale (PI), questo capitolo delinea le procedure e le norme relative ai diritti d'autore, ai marchi, ai disegni, ai brevetti, alla protezione dei dati, ecc. potrebbe anche definire nuovi settori di cooperazione, come la protezione delle indicazioni geografiche.

12 Concorrenza e questioni correlate

Questa sezione solitamente si riferisce al diritto della concorrenza, alle indagini e alle sanzioni riguardanti i cartelli commerciali, al comportamento abusivo delle imprese con una posizione dominante sul mercato e alle concentrazioni anticoncorrenziali. Potrebbe inoltre prevedere norme sulle sovvenzioni, le imprese di proprietà dello Stato e le imprese che godono di privilegi speciali, al fine di garantire parità di condizioni per le imprese private.

13 Risoluzione delle controversie e mediazione

Questo capo fornisce un sistema per risolvere eventuali controversie relative al modo in cui le parti applicano o interpretano l'accordo e menziona le procedure formali che entrambe le parti devono seguire se non sono in grado di raggiungere un accordo mediato.

14 Disposizioni finali

In genere, il presente capitolo stabilisce le modalità con le quali l'accordo entra in vigore, apre la possibilità alle nuove parti di aderirvi dopo la firma e definisce le procedure per la modifica dell'accordo in futuro.

15 Altri protocolli

Ciò potrebbe contenere informazioni pertinenti non incluse altrove, quali norme di origine specifiche per ciascuna categoria di prodotti.

Link diretti