Version: 1.0.24.26 (2020-11-23 14:15)

Accordo commerciale economico e globale UE-Canada

Il CETA è un accordo commerciale tra l'UE e il Canada. Riduce le tariffe e facilita l'esportazione di beni e servizi, a vantaggio dei cittadini e delle imprese sia nell'UE che in Canada.

Il CETA è entrato in vigore in via provvisoria il 21 settembre 2017, il che significa che la maggior parte dell'accordo è ora applicabile. I parlamenti nazionali dei paesi dell'UE — e in alcuni casi anche quelli regionali — dovranno quindi approvare il CETA prima di poter diventare pienamente efficace.

L'accordo in sintesi

L'accordo economico e commerciale globale UE-Canada (CETA) è entrato in vigore a titolo provvisorio il 21 settembre 2017.

I settori non ancora entrati in vigore sono:

  • protezione degli investimenti e sistema giurisdizionale per gli investimenti (ICS)
  • accesso al mercato degli investimenti di portafoglio
  • disposizioni in materia di videocamera
  • due disposizioni relative alla trasparenza dei procedimenti amministrativi, al riesame e al ricorso a livello di Stato membro

L'accordo entrerà pienamente in vigore una volta che tutti i parlamenti degli Stati membri lo avranno formalmente ratificato.

Quali sono i vantaggi per la vostra impresa?

L'accordo

  • elimina o riduce le barriere commerciali, le tariffe e i costi connessi alle esportazioni
  • semplifica i lavori cartacei, le regolamentazioni tecniche, le procedure doganali e i requisiti in materia di norme di origine, requisiti di prova dei prodotti, informazioni sugli appalti, questioni relative alla proprietà intellettuale, ecc.
  • stimola gli scambi di prodotti alimentari, animali e vegetali mantenendo livelli elevati di salute e sicurezza dell'uomo, degli animali e delle piante
  • consente alla vostra impresa di partecipare a gare d'appalto a tutti i livelli del governo canadese
  • crea un ulteriore accesso al mercato in alcuni settori, offrendo una migliore mobilità per i dipendenti e facilitando il riconoscimento reciproco delle qualifiche per i professionisti
  • tutela un'ampia gamma di indicazioni geografiche per prodotti alimentari europei di alta qualità sul mercato canadese
  • promuove investimenti di alta qualità tra l'UE e il Canada

I settori interessati comprendono le norme di accesso al mercato per le merci, gli ostacoli tecnici agli scambi, le misure sanitarie e fitosanitarie, gli investimenti, i servizi, il commercio elettronico, la politica di concorrenza, gli appalti pubblici, la proprietà intellettuale, la cooperazione normativa o la risoluzione delle controversie. Gli allegati comprendono tabelle di soppressione dei dazi, contingenti, procedure, norme di origine, reciproca accettazione delle valutazioni della conformità, ecc.

 

Icapitoli dell'accordo sono brevemente illustrati qui e il relativo testo può essere scaricato.

Tariffe

Il 21 settembre 2017 il Canada e l'UE hanno già abolito il 98 % delle loro linee tariffarie e hanno convenuto di eliminare gradualmente quasi tutte le restanti linee tariffarie. Entro il 2024, il 99 % di tutte le linee tariffarie sarà stato abolito.

I prodotti canadesi soggetti a un'eliminazione graduale delle tariffe comprendono:

  • autoveicoli
  • navi
  • orzo e malto
  • zucchero raffinato
  • fecola di patate
  • fiori

I prodotti europei soggetti a un'eliminazione graduale delle tariffe comprendono:

  • autoveicoli
  • alcuni prodotti ittici e ittici
  • zucchero greggio e raffinato
  • alcuni cereali

La graduale eliminazione delle tariffe segue un calendario di smantellamento tariffario. Le riduzioni sono espresse in categorie di soppressione progressiva dei dazi di cui all' allegato 2A dell'accordo.

  • A: dazio a zero al 21 settembre 2017
  • B: riduzione del dazio a zero con riduzioni uguali nell'arco di 3 anni
  • C: riduzione del dazio a zero con riduzioni uguali nell'arco di 5 anni
  • D: riduzione del dazio a zero con riduzioni uguali nell'arco di 7 anni
  • E: il dazio è esente dalla soppressione dei dazi
  • S: il dazio rimane invariato per 5 anni, dopodiché essi sono soppressi in tre tappe uguali al 1º gennaio dell'anno 8.
  • AV0 + PE: il dazio ad valorem è pari a zero all'entrata in vigore; è mantenuto il dazio specifico risultante dal regime dei prezzi di entrata applicabile a tali merci originarie.

 

Il mio assistente commerciale mostra i calendari di smantellamento tariffario per le pertinenti linee tariffarie.

Prodotti industriali

Entrambe le parti hanno convenuto di eliminare il 100 % delle linee tariffarie per i prodotti industriali, di cui il 99,6 % all'entrata in vigore nel caso del Canada e il 99,4 % all'entrata in vigore nel caso dell'UE. Tra i pochi prodotti non liberalizzati all'entrata in vigore, vi è un numero limitato di prodotti automobilistici, che saranno liberalizzati su base reciproca nell'arco di 3, 5 o 7 anni (17 prodotti nell'offerta tariffaria canadese e i corrispondenti prodotti nell'offerta dell'UE). Il Canada liberalizzerà i dazi rimanenti sulle navi nell'arco di 7 anni (ossia entro il 2024).

Prodotti agricoli

All'entrata in vigore, il Canada ha eliminato i dazi per il 90,9 % di tutte le sue linee tariffarie agricole. Entro il 2023 tale percentuale salirà al 91,7 %.

Per i prodotti agricoli sensibili è previsto un trattamento speciale:

Contingenti tariffari

Entrambe le parti applicano contingenti tariffari (CT) a determinati prodotti, tra cui le carni bovine, suine e il granturco dolce canadesi nonché il formaggio europeo. Si tratta di volumi specifici di merci che avranno diritto a un trattamento tariffario preferenziale in un determinato arco di tempo.

Importazioni dal Canada

L'assegnazione dei contingenti tariffari avviene con un calcolo sulla base dei quantitativi disponibili nell'ambito del contingente tariffario e del quantitativo richiesto, come comunicato alla Commissione dalle autorità nazionali.

Una volta calcolate e pubblicate le assegnazioni da parte della Commissione europea, i paesi membri dell'UE devono rilasciare licenze di importazione o di esportazione per i quantitativi richiesti nell'ambito dei rispettivi contingenti tariffari.

Le norme fondamentali per l'esame simultaneo sono definite nel regolamento (CE) n. 1301/2006 della Commissione recante norme comuni per la gestione dei contingenti tariffari per l'importazione di prodotti agricoli soggetti a un regime di titoli di importazione.

I tassi di assegnazione dei contingenti tariffari dell'UE, in termini di titoli di importazione rilasciati, sono pubblicati mensilmente e sono accessibili tramite l' Osservatorio del mercato delle carni.

I seguenti regolamenti definiscono il modo in cui l'UE gestisce i suoi diversi contingenti tariffari per il CETA

Esportazione in Canada
  • Il Canada applica un modello annuale di assegnazione delle quote per i prodotti lattiero-caseari
  • le domande di quote sono presentate nella prima metà di novembre e la restituzione e la ridistribuzione dei contingenti non utilizzati hanno luogo il 1º agosto.
  • per poter beneficiare di un contingente occorre essere residenti canadesi ed essere attivi nel settore dei formaggi.

Maggiori informazioni sull'assegnazione dei contingenti tariffari per i prodotti lattiero-caseari esportati dall'UE in Canada nell'ambito del CETA sono disponibili alla voce "Avvisi" sul sito Global Affairs Canada.

Gli avvisi agli importatori stabiliscono i criteri di ammissibilità per ottenere un'assegnazione nell'ambito di ciascun contingente tariffario. Gli avvisi forniscono inoltre informazioni sulla gestione dei contingenti tariffari in generale e sulla procedura di presentazione di una domanda. I moduli di domanda e le relative appendici sono allegati a ciascuna comunicazione.

2020 Elenco dei detentori di formaggi del CETA

2020 Elenco dei titolari dei contingenti CETA per i formaggi industriali

2019 — tabella di utilizzo del contingente tariffario CETA per i formaggi

Inoltre, si osservi che

  • gli ortofrutticoli restano soggetti al sistema dei prezzi di base dell'UE
  • saranno mantenuti i dazi sul pollame e le uova

Vini e bevande alcoliche

All'entrata in vigore del CETA sono stati aboliti i dazi specifici sui vini e sulle bevande spiritose dell'UE che entrano in Canada.

Per le bevande spiritose come il gin, la vodka e il whisky, il CETA affronta la questione delle barriere non tariffarie che hanno ostacolato in modo significativo la capacità dell'UE di penetrare nel mercato canadese, in particolare

  • applicare la tariffa differenziale sul costo del servizio (imposta dal Canada sui vini e sulle bevande spiritose importati) in base al volume e non al valore e calcolarla in modo più trasparente, riducendo il costo per i produttori dell'UE di vendere i loro prodotti in Canada
  • congelare il numero di punti vendita privati canadesi esterni al sito, che sono aperti solo ai produttori canadesi e che costituiscono un'alternativa al monopolio delle casse provinciali per liquori
  • prevenire le attività fuori provincia di determinati pannelli di liquori che hanno portato a una concorrenza sleale sul territorio canadese e nei paesi terzi
  • abolizione dell'obbligo canadese di miscelare le bevande spiritose sfuse importate con acquaviti locali prima dell'imbottigliamento (tale obbligo impediva alle bevande spiritose sfuse importate di essere etichettate come indicazioni geografiche al momento dell'imbottigliamento in Canada)

Il CETA comprende sia l'accordo UE-Canada sulle bevande alcoliche del 1989 sia l'accordo UE-Canada sui vini e sulle bevande spiritose del 2004, che offrono solide garanzie giuridiche per gli operatori europei e canadesi di vini e bevande spiritose. Modifiche minori dell'accordo del 2004 figurano nell' allegato 30-B del CETA.

Pesca

All'entrata in vigore, il Canada ha completamente eliminato tutte le tariffe sui prodotti della pesca.

L'UE ha eliminato il 95,5 % delle sue tariffe al momento dell'entrata in vigore e ha convenuto di eliminare ulteriormente il restante 4,5 % entro 3, 5 o 7 anni.

Parallelamente all'abolizione dei dazi doganali, l'UE e il Canada svilupperanno attività di pesca sostenibile attraverso il monitoraggio, misure di controllo e sorveglianza e la lotta contro la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata.

 

Trova l'aliquota tariffaria applicabile per il prodotto in My Trade Assistant.

Norme di origine

Questa sezione introduce le principali norme di origine e le procedure di origine dell'accordo commerciale.

L'origine è la "nazionalità economica" delle merci commercializzate. Se si tratta di un argomento nuovo, trova un' introduzione ai concetti principali nella sezione Merci.

Norme di origine

Il prodotto deve essere conforme a determinate norme che ne provano l'origine per poter beneficiare dell'aliquota preferenziale.

Dove posso trovare le norme di origine?

Le norme di origine sono stabilite nel protocollo sulle norme di origine e sulle procedure di origine dell'accordo economico e commerciale globale UE-Canada (CETA) (GU L 11 dell' 14.01.2017, pag. 465). Si prega di consultare anche le linee guida dettagliate sulle norme di origine.

Il mio prodotto è "originario" ai sensi del CETA UE-Canada?

Affinché il prodotto possa beneficiare della tariffa preferenziale inferiore o pari a zero a norma del CETA, il prodotto deve essere originario dell'UE o del Canada.

Un prodotto "originario" dell'UE o del Canada se soddisfa uno dei seguenti requisiti:

  • è interamente ottenuto nell'UE o in Canada
  • è ottenuto esclusivamente da materiali originari dell'UE o del Canada
  • È stato oggetto di una produzione sufficiente nell'UE o in Canada conformemente alle norme specifiche per prodotto di cui all' allegato 5

Cfr. anche le note introduttive all' allegato 5.

Inoltre, l' allegato 5 bis prevede contingenti di origine e norme alternative specifiche per determinati prodotti.

 

Esempi di norme specifiche per prodotto negli accordi commerciali dell'UE

  • regola del valore aggiunto — il valore di tutti i materiali non originari utilizzati non può superare una determinata percentuale del prezzo franco fabbrica del prodotto
  • modifica della classificazione tariffaria — il processo di produzione comporta una modifica della classificazione tariffaria tra i materiali non originari e il prodotto finale (ad esempio produzione di carta (capitolo 48 del sistema armonizzato) a partire da pasta non originaria (capitolo 47 del sistema armonizzato)
  • operazionispecifiche — è necessario un processo di produzione specifico, ad esempio filatura di fibre per filati. Tali norme sono utilizzate principalmente nei settori tessile e dell'abbigliamento e nei settori chimico.

Una combinazione di queste diverse norme è possibile se le diverse norme sono soddisfatte alternativamente o in combinazione.

 

Le norme specifiche applicabili al prodotto sono reperibili in My Trade Assistant.

Consigli e trucchi per aiutare a rispettare le norme specifiche per prodotto

L'accordo prevede un'ulteriore flessibilità per aiutarvi a rispettare le norme specifiche del prodotto, come le tolleranze o il cumulo.

Tolleranza
  • la regola di tolleranza consente al produttore di utilizzare materiali non originari che sono di norma vietati dalla regola specifica del prodotto fino a un massimo del 10 % del prezzo franco fabbrica del prodotto
  • questa tolleranza non può essere utilizzata per superare la soglia del valore massimo dei materiali non originari elencati nelle regole specifiche per prodotto.
  • Tolleranze specifiche si applicano ai tessili e agli indumenti classificati nei capitoli SA da 50 a 63, inclusi nell' allegato 1.
Cumulo

Il CETA prevede tre modi per cumulare l'origine

  • cumulo bilaterale — i materiali originari del Canada possono essere considerati originari dell'UE (e viceversa) se utilizzati nella fabbricazione di un prodotto
  • cumulo integrale — consente di tener conto della lavorazione o della trasformazione cui sono sottoposti i materiali non originari nell'UE o in Canada per contribuire a rispettare la regola specifica per prodotto
  • la clausola di abilitazione relativa al cumulo ampliato — i materiali originari di un partner comune di un accordo di libero scambio possono essere considerati originari dell'UE o del Canada se utilizzati nella fabbricazione di un prodotto. La presente disposizione è subordinata all'accordo delle parti sulle condizioni applicabili.

Altre prescrizioni

Il prodotto deve inoltre soddisfare tutti gli altri requisiti applicabili specificati nel protocollo sulle norme di origine, quali lavorazioni o trasformazioni insufficienti o la regola di non alterazione.

Regola di non modificazione

I prodotti originari devono essere trasportati dall'UE al Canada (e viceversa) senza essere ulteriormente trasformati in un paese terzo.

Alcune operazioni possono essere effettuate in un paese terzo se i prodotti rimangono sotto vigilanza doganale.

  • scarico
  • ricarico
  • qualsiasi altra operazione necessaria per conservare i prodotti in buono stato o per trasportarli verso il territorio dell'UE o del Canada
  • stoccaggio
  • frazionamento delle spedizioni

L'autorità doganale può chiedere all'importatore di dimostrare che un prodotto per il quale l'importatore chiede il trattamento tariffario preferenziale è stato spedito nel rispetto delle norme in materia di trasporto.

Restituzione dei dazi

Il rimborso dei dazi precedentemente pagati sui materiali non originari utilizzati per fabbricare un prodotto esportato nell'ambito di una tariffa preferenziale è consentito solo nei primi 3 anni successivi all'entrata in vigore del CETA, vale a dire fino al 21 settembre 2020.

Procedure di origine

Se desideri chiedere una tariffa preferenziale, dovrai seguire le procedure di origine e far verificare la tua richiesta da parte delle autorità doganali del paese in cui importa le merci. Le procedure sono definite nella sezione C del protocollo sulle norme di origine dell'accordo.

Come richiedere il trattamento tariffario preferenziale?

Gli importatori possono chiedere un trattamento tariffario preferenziale sulla base di una dichiarazione di origine fornita dall'esportatore.

Dichiarazione di origine

Nell'UE non è richiesta alcuna prova dell'origine se il valore totale dei prodotti non supera

  • 500EUR per i piccoli imballaggi o
  • 1,200EUR per i prodotti contenuti nei bagagli personali dei viaggiatori.
Autodichiarazione dell'esportatore

Gli esportatori possono autodichiarare che il loro prodotto è originario dell'UE o del Canada presentando una dichiarazione di origine.

Nell'UE può essere completato

Lo stesso numero REX può essere utilizzato anche per altri accordi commerciali preferenziali dell'UE (ad esempio l'accordo commerciale dell'UE con il Giappone).

  • Il testo della dichiarazione di origine può essere redatto in una qualsiasi delle lingue ufficiali dell'UE e figura nell' allegato 2 del protocollo sulle norme di origine.
  • la dichiarazione di origine deve figurare su una fattura o su qualsiasi documento commerciale che descriva il prodotto originario in modo sufficientemente dettagliato da consentirne l'identificazione.
  • la dichiarazione di origine rimane valida per 12 mesi dalla data in cui è stata compilata dall'esportatore
  • di norma l'attestazione di origine riguarda una partita, ma in Canada può riguardare anche più spedizioni di prodotti identici per un periodo non superiore a 1 anno.
Verifica dell'origine

Le autorità doganali possono verificare se un prodotto importato sia effettivamente originario o soddisfi altri requisiti in materia di origine.

In caso di dubbio, l'autorità doganale può chiedere all'importatore di dimostrare che un prodotto per il quale l'importatore chiede il trattamento tariffario preferenziale è stato spedito nel rispetto delle norme in materia di trasporto.

La verifica si basa sui seguenti principi:

  • cooperazione amministrativa tra le autorità doganali del paese d'importazione e del paese di esportazione
  • controlli sull'origine dei prodotti effettuati dalle dogane locali. Non sono consentite visite del paese importatore presso l'esportatore.

Una volta concluso il controllo, le autorità del paese importatore procedono alla determinazione definitiva dell'origine e ne informano le autorità della parte importatrice.

Guida pratica sulle disposizioni del CETA in materia di norme di origine

Requisiti dei prodotti

Le norme tecniche definiscono le caratteristiche specifiche che un prodotto deve possedere, quali la progettazione, l'etichettatura, la marcatura, l'imballaggio, la funzionalità o le prestazioni, e sono concepite per proteggere, ad esempio, la salute umana, la sicurezza o l'ambiente. Tuttavia, i costi che gli operatori devono sostenere per conformarsi a requisiti diversi in mercati diversi possono essere elevati.

Le norme e i regolamenti tecnici dell'UE e del Canada sono stati resi più compatibili, in modo che le imprese possano vendere lo stesso prodotto, o lo stesso prodotto con meno modifiche, in entrambi i mercati. Ciò consente alle piccole imprese, in particolare alle microimprese, di competere con le grandi imprese e di partecipare alle catene di approvvigionamento internazionali e al commercio elettronico.

Il CETA contiene inoltre disposizioni volte a garantire la trasparenza — ad esempio, che le persone interessate di entrambe le parti possano presentare osservazioni sulle proposte di regolamentazioni tecniche che il Canada o l'UE potrebbero elaborare).

Inoltre, l'UE e il Canada hanno convenuto di rafforzare i legami e la cooperazione tra i rispettivi organismi di normazione e i loro organismi di prova, certificazione e accreditamento.

Agevolazione della certificazione per i prodotti regolamentati

L'UE e il Canada hanno convenuto di rafforzare i legami e la cooperazione tra i rispettivi organismi di normazione e i loro organismi di prova, certificazione e accreditamento.

Il CETA stabilisce disposizioni che contribuiscono a evitare inutili perturbazioni e a garantire la trasparenza (ad esempio, che le persone interessate di entrambe le parti possano presentare osservazioni sulle proposte di regolamentazioni tecniche che il Canada o l'UE potrebbero elaborare).

Valutazione della conformità — reciproca accettazione

Il Canada e l'UE hanno convenuto di accettare certificati di valutazione della conformità obbligatori rilasciati da organismi di valutazione della conformità riconosciuti situati nell'UE e viceversa per i settori contemplati dal protocollo CETA, al fine di dimostrare la conformità ai requisiti canadesi o dell'UE.

Il protocollo sull'accettazione reciproca dei risultati della valutazione della conformità sostituisce l'accordo di reciproco riconoscimento (ARR) vigente e amplia il campo di applicazione dei prodotti con possibilità di ulteriore espansione.

I prodotti contemplati dal protocollo sono:

  • apparecchiature elettriche ed elettroniche, tra cui impianti elettrici ed elettrodomestici, e relativi componenti
  • apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione
  • compatibilità elettromagnetica (CEM)
  • giocattoli
  • prodotti da costruzione
  • macchine, comprese le parti, i componenti, compresi i componenti di sicurezza, le attrezzature intercambiabili e gli insiemi di macchine
  • strumenti di misura
  • caldaie ad acqua calda, compresi dispositivi connessi
  • apparecchiature, macchine, apparecchi, dispositivi, componenti di comando, sistemi di protezione, dispositivi di sicurezza, dispositivi di controllo e di regolazione e relativi strumenti e sistemi di prevenzione e rilevamento destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva (apparecchiature ATEX)
  • macchine ed attrezzature destinate a funzionare all'aperto in quanto relative all'emissione acustica nell'ambiente
  • imbarcazioni da diporto, compresi i loro componenti

Come trovare gli OVC approvati?

  • gli organismi riconosciuti nell'ambito dell'ARR attuale continueranno ad esserlo nell'ambito del CETA.
  • Affinché un nuovo organismo di valutazione della conformità sia riconosciuto, la parte designante deve fornire all'altra parte le informazioni elencate nell' allegato 3 del protocollo.

La banca dati NANDO contiene organizzazioni notificate e designate e altre informazioni pertinenti sulla valutazione della conformità.

OVC approvati

Prodotti alimentari

Il CETA semplifica ulteriormente i processi di approvazione, riduce i costi e migliora la prevedibilità del commercio di prodotti animali e vegetali

  • tutti i prodotti importati nell'UE devono essere conformi alle norme sanitarie e fitosanitarie applicabili, e viceversa
  • Trova informazioni e requisiti per l' esportazione di prodotti alimentari in Canada
  • requisiti per l'importazione di prodotti alimentari nell'UE

La Canadian Food Inspection Agency (CFIA) definisce le politiche e i regolamenti per le importazioni di prodotti alimentari, fattori di produzione agricoli e prodotti agricoli.

L' Agenzia canadese dei servizi di frontiera (CBSA) è responsabile dell'ispezione iniziale delle importazioni di prodotti alimentari, fattori di produzione agricoli e prodotti agricoli.

Esempi di requisiti di etichettatura per i prodotti alimentari in Canada

  • competenze linguistiche
  • nome comune
  • quantitativo netto
  • ingredienti e allergeni
  • tabella dei dati nutrizionali
  • identità del commerciante
  • "Best fore", "Packaged on" e date di scadenza
  • istruzioni per la conservazione
  • paese di origine
  • standard di identità

Trova maggiori requisiti in materia di etichettatura nell' Industry Labelling Tool della Canadian Food Inspection Agency.

Questo è un elenco di regolamenti che potreste trovare utili quando esportate i vostri prodotti alimentari in Canada.

Animali e prodotti animali

Il CETA conferma l'attuale collaborazione tra l'UE e il Canada nel settore veterinario basata su un elevato livello di fiducia reciproca e prevede un'ulteriore semplificazione del processo di approvazione per gli esportatori.

  • Il Canada ha riaperto il suo mercato delle carni bovine per diciannove Stati membri dell'UE
  • in caso di insorgenza di una malattia (la cosiddetta regionalizzazione), le parti hanno concordato di ridurre al minimo le restrizioni commerciali e gli scambi provenienti da zone non colpite possono continuare senza interruzioni o lunghe procedure di riapprovazione.

Requisiti per le esportazioni di animali e prodotti di origine animale verso il Canada

Piante, frutta e ortaggi

Il CETA istituisce nuove procedure per semplificare e accelerare il processo di approvazione delle piante, degli ortofrutticoli da parte del Canada.

Il CETA consente al Canada di sostituire l'attuale approccio paese per paese e prodotto per prodotto con valutazioni e procedure di approvazione a livello dell'UE per gli ortofrutticoli.

L'obiettivo è creare un quadro normativo più prevedibile per gli esportatori.

Per tutte le categorie di prodotti, le parti hanno convenuto di istituire procedure accelerate per i prodotti identificati come prioritari.

Informazioni e requisiti relativi alle esportazioni di vegetali e di prodotti vegetali in Canada

Prodotti farmaceutici

Il CETA si basa sul riconoscimento reciproco delle buone prassi di fabbricazione e sulle ispezioni delle fabbriche farmaceutiche già in atto tra l'UE e il Canada e riduce le doppie ispezioni.

Ciò significa che, in quanto produttore di prodotti farmaceutici, dovrai far fronte a oneri e costi amministrativi notevolmente inferiori e che le autorità di regolamentazione dell'UE e del Canada possono utilizzare meglio le loro risorse riducendo le doppie ispezioni, concentrandosi invece sui mercati in cui i rischi sono più elevati. Concretamente:

  • le ispezioni effettuate nel territorio dell'UE da qualsiasi autorità di uno Stato membro dell'UE sono accettate dal Canada e viceversa.
  • anche le ispezioni effettuate in paesi terzi possono essere riconosciute.

 

Nell'economia mondiale odierna, il 40 % dei medicinali finiti commercializzati nell'UE proviene dall'estero, così come il 80 % dei principi attivi farmaceutici utilizzati per mettere a disposizione medicinali nell'UE.

Per ulteriori informazioni:Protocollo sul reciproco riconoscimento del programma di conformità e di esecuzione relativo alle buone prassi di fabbricazione dei prodotti farmaceutici.

 

Trova le norme e i requisiti specifici per il tuo prodotto in My Trade Assistant.

Ostacoli tecnici al commercio

Sebbene importanti, le norme tecniche possono talvolta costituire un ostacolo agli scambi internazionali e possono quindi costituire un onere considerevole per voi in quanto esportatori.

  • se ritenete di trovarsi di fronte a un ostacolo commerciale che rallenta la vostra attività o vi impedisce di esportare, puoi dirci
  • indicare cosa sta bloccando le esportazioni in Canada utilizzando il modulo online e l'UE analizzerà la tua situazione e adotterà le misure appropriate.

Contattarci

Documenti e procedure di sdoganamento

L'accordo garantisce procedure doganali più trasparenti e semplificate per agevolare gli scambi e ridurre i costi per le imprese.

Documenti

Le guide per tappe descrivono i diversi tipi di documenti da preparare per lo sdoganamento dei vostri prodotti.

A seconda del prodotto, le autorità doganali possono richiedere tutti o alcuni degli elementi indicati di seguito.

  • Fattura commerciale (trova i requisiti specifici relativi alla sua forma e al suo contenuto in My Trade Assistant)
  • distinta di carico
  • Licenze d'importazione per determinate merci
  • Certificati attestanti la conformità del prodotto ai regolamenti obbligatori in materia di prodotti, quali i requisiti in materia di salute e sicurezza, l'etichettatura e l'imballaggio
  • Prova dell'origine — dichiarazione di origine

Per maggiore certezza, potete chiedere anticipatamente informazioni tariffarie vincolanti e /o informazioni vincolanti in materia di origine.

 

Per maggiori informazioni sui documenti da presentare per lo sdoganamento del prodotto, consultare My Trade Assistant.

Procedure per la prova e la verifica dell'origine

Per una descrizione di come dimostrare l'origine dei prodotti per chiedere l'applicazione di una tariffa preferenziale e delle norme relative alla verifica dell'origine da parte delle autorità doganali, si rimanda alla sezione relativa alle norme di origine di cui sopra.

Per informazioni sulla procedura doganale per l'importazione e l'esportazione, consultare in generale la DG Fiscalità e unione doganale.

Proprietà intellettuale e indicazioni geografiche

Il CETA offre una migliore tutela dei diritti di proprietà intellettuale alle imprese europee che esportano in Canada prodotti innovativi, artistici, distinti e di alta qualità e tutela i prodotti farmaceutici e le indicazioni geografiche.

Il Canada ha rafforzato le sue misure alla frontiera contro i marchi commerciali contraffatti, le merci usurpative del diritto d'autore e le merci contraffatte a indicazione geografica, introducendo la possibilità per le autorità doganali di trattenere le merci sospettate di essere contraffatte.

Proprietà intellettuale

L'accordo commerciale prevede inoltre norme moderne per tutelare e far rispettare i diritti di proprietà intellettuale.

Il diritto d'autore nell'era digitale

Con il CETA, il Canada ha convenuto di allineare il proprio regime di protezione del diritto d'autore ai seguenti "trattati Internet" dell'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI).

  • il trattato dell'OMPI sul diritto d'autore
  • trattato OMPI sulle interpretazioni ed esecuzioni e sui fonogrammi

I trattati su Internet stabiliscono norme che impediscono l'accesso e l'uso non autorizzati di opere creative online o in formato digitale che sono importanti per le nostre industrie creative.

L'accordo contiene importanti disposizioni relative alle limitazioni della responsabilità dei fornitori di servizi Internet in caso di violazione di contenuti, se soddisfano una serie di condizioni, come un sistema di notifica efficace di tali contenuti.

Il Canada ha inoltre convenuto di garantire che i titolari dei diritti possano utilizzare efficacemente la tecnologia per tutelare i propri diritti e concedere in licenza le loro opere online.

  • ad esempio, la protezione e i mezzi di ricorso efficaci sono forniti contro l'elusione delle misure tecnologiche (come la crittografia) utilizzate dai titolari dei diritti per proteggere i loro diritti.
  • inoltre, è vietato modificare o cancellare deliberatamente le "informazioni elettroniche sul regime dei diritti", ossia le informazioni che accompagnano qualsiasi materiale protetto e che identificano l'opera, i suoi creatori, artisti interpreti o esecutori o proprietari, nonché i termini e le condizioni per il suo utilizzo.
Diritti di radiodiffusione

Il Canada ha inoltre convenuto di tutelare meglio i diritti degli artisti europei conferendo agli artisti interpreti o esecutori il diritto esclusivo di autorizzare o vietare la radiodiffusione senza fili e la comunicazione al pubblico delle loro esecuzioni.

Tali diritti garantiranno che gli artisti, europei e canadesi, siano premiati per la loro creatività e siano incentivati a continuare a creare nuove opere artistiche.

  • Gli artisti europei possono ottenere compensi da bar e esercizi di vendita al dettaglio che giocano musica per attirare i consumatori.
  • Il Canada garantirà il pagamento di una remunerazione equa e unica per la radiodiffusione via etere o per qualsiasi comunicazione al pubblico, e tale remunerazione sarà ripartita tra gli artisti interpreti o esecutori e i produttori di fonogrammi interessati.
Tutela delle varietà vegetali

Il Canada ha inoltre convenuto di rafforzare la protezione delle varietà vegetali sulla base dell'atto del 1991 della Convenzione internazionale per la protezione delle novità vegetali (UPOV).

Ciò significa che le varietà vegetali innovative che possono portare, ad esempio, a migliori rese, saranno protette e saranno quindi probabilmente introdotte più rapidamente sul mercato canadese a vantaggio degli agricoltori e dei consumatori.

L'UE è uno dei maggiori produttori di nuove varietà vegetali. Questa importante attività di ricerca e innovazione è tutelata da un tipo particolare di proprietà intellettuale denominato privativa comunitaria per ritrovati vegetali E non ha nulla a che vedere con l'uso di organismi geneticamente modificati (OGM).

Interventi contro i prodotti contraffatti

Il Canada ha inoltre convenuto di rafforzare le sue misure alla frontiera contro i marchi contraffatti, le merci usurpative del diritto d'autore e le merci contraffatte a indicazione geografica, in particolare introducendo la possibilità per le autorità doganali di sequestrare d'ufficio le merci contraffatte.

  • Le autorità competenti del Canada possono agire di propria iniziativa per bloccare temporaneamente merci sospettate di violare un diritto di proprietà intellettuale.
  • i marchi commerciali non devono essere registrati individualmente presso le dogane canadesi per beneficiare della protezione

Il Canada adotterà o manterrà in vigore procedure in base alle quali il titolare del diritto può chiedere alle proprie autorità competenti di bloccare le merci sospettate di violare diritti di proprietà intellettuale o di sospenderne lo sdoganamento.

Il Canada ha inoltre introdotto la possibilità per le autorità giudiziarie di adottare le misure provvisorie necessarie e di emettere ordini di cessazione e desistenza direttamente nei confronti degli intermediari che immettono sul mercato merci contraffatte.

Prodotti farmaceutici

Il CETA migliora i diritti di proprietà intellettuale per i prodotti farmaceutici innovativi in tre modi

  • gli innovatori titolari di un brevetto farmaceutico ottengono il diritto di impugnare le decisioni di autorizzazione all'immissione in commercio in Canada allo stesso modo degli altri produttori
  • Il Canada si impegna a rispettare il suo attuale regime di protezione dei dati (6 + 2 anni), garantendo in tal modo la certezza del diritto in un settore in cui gli investimenti a lungo termine sono essenziali.
  • Il Canada istituirà un sistema di ripristino dei termini di brevetto sul modello del sistema UE per compensare ritardi ingiustificati nel processo di autorizzazione all'immissione in commercio, compreso un periodo massimo di protezione complementare (2 anni) — le parti hanno concordato la possibilità di deroghe ai fini dell'esportazione verso paesi terzi.

Maggiori informazioni sulla protezione della PI nell'UE.

 

L' Helpdesk europeo sui DPI offre un servizio di assistenza diretta in materia di proprietà intellettuale. Consulenza e sostegno su questioni relative ai DPI al di fuori del mercato dell'UE.

Indicazioni geografiche

Le indicazioni geografiche dei vini e delle bevande spiritose protette in Canada e nell'UE sono elencate rispettivamente nell' allegato III, lettera a), e nell'allegato IV, lettera a), dell'accordo del 2004 sul commercio di vini e bevande spiritose.

Oltre alle indicazioni geografiche (IG) protette a norma dell'accordo sui vini e le bevande spiritose tra l'UE e il Canada integrato nel CETA, il Canada ha accettato di proteggere 143 indicazioni geografiche — prodotti alimentari e bevande distintivi provenienti da determinate città o regioni dell'UE.

Il Canada tutelerà questi prodotti tradizionali europei dalle imitazioni analogamente a quanto avviene nell'UE. Sarà illegale indurre in errore i consumatori circa la vera origine di un prodotto, ad esempio utilizzando bandiere che evocano falsamente un'indicazione geografica protetta dell'UE o il paese di provenienza di tale prodotto. I titolari di diritti dell'UE potranno utilizzare una procedura amministrativa per difendere i diritti delle IG in Canada, anziché affidarsi soltanto a procedimenti più lunghi e complessi nell'ambito del sistema giudiziario nazionale.

Elenco delle indicazioni geografiche protette in Canada

In futuro l'elenco potrà essere esteso ad altri prodotti, se l'UE e il Canada giungeranno a un accordo in tal senso.

Maggiori informazioni sulla protezione delle IG in Canada grazie al CETA sono disponibili in questa guida pratica.

Per quanto riguarda le indicazioni geografiche elencate nell'accordo del 2004 sul commercio di vini e bevande spiritose, per essere protette in Canada, i titolari dei diritti di tali IG devono registrare le loro IG presso l'Ufficio canadese per la proprietà intellettuale.

La procedura di registrazione è illustrata qui.

Commercio elettronico

Il capitolo sul commercio elettronico menziona nelle disposizioni generali che le parti riconoscono l'importanza di agevolare l'uso del commercio elettronico da parte delle PMI.

Servizi

Il CETA garantisce la certezza del diritto per i prestatori di servizi dell'UE e del Canada vincolando un elevato livello di liberalizzazione in Canada e nell'UE.

L'UE ottiene un maggiore accesso al mercato canadese, in particolare per i servizi marittimi.

Liberalizzazione progressiva e trasparenza

Il Canada non può introdurre nuove quote o nuove misure discriminatorie nei confronti dei fornitori di servizi dell'UE, tranne in un numero limitato di settori sensibili. L'accordo garantisce inoltre ai prestatori di servizi dell'UE di beneficiare

  • un livello più elevato di accesso al mercato che vada oltre gli impegni assunti dal Canada in ambito OMC
  • la maggior parte della liberalizzazione futura che il Canada potrebbe intraprendere

Il Canada ha eliminato una serie di restrizioni alle condizioni di cittadinanza e di residenza affinché una serie di professionisti possa esercitare la professione in Canada, tra cui:

  • avvocati
  • contabili
  • architetti
  • ingegneri

Nelle telecomunicazioni e nei servizi postali e di corriere, il Canada ha incluso per la prima volta le future liberalizzazioni.

Servizi marittimi

Una nuova apertura del mercato canadese del trasporto marittimo renderà più facile per gli operatori marittimi dell'UE e per le loro navi più grandi operare in Canada per alimentare l'importante rotta tra Montreal e Halifax.

Due porti con un traffico significativo sulla costa orientale del Canada. Montreal è un grande porto che gestisce 1.4 milioni di container standard (totale di container di importazione ed esportazione nel 2015), mentre Halifax gestisce 0.4 milioni di unità equivalenti a venti piedi (2015).

L'UE è di gran lunga il leader mondiale nei servizi di dragaggio. Con il CETA il Canada sta inoltre aprendo il proprio mercato delle attività di dragaggio agli operatori dell'UE, un mercato che, secondo le stime, avrà un valore compreso tra 150 e 400 milioni di CAD all'anno (circa 104 milioni di EUR — 278 milioni di EUR all'anno).

Discipline normative

Oltre a sancire impegni ambiziosi in materia di accesso al mercato, il CETA comprende anche discipline innovative e rigorose che integrano e rafforzano gli impegni assunti dalle due parti relativamente all'accesso al mercato.

Tali discipline normative comprendono una delle più ampie e complete serie di discipline reciprocamente vincolanti in materia di regolamentazione interna, riguardanti i regimi di licenze o autorizzazioni per quasi tutti i servizi e le attività di investimento. Il testo garantisce regimi equi e trasparenti per tutti i richiedenti e rende il processo di autorizzazione il più agevole possibile.

Circolazione dei professionisti

Il pacchetto concordato sull'ingresso temporaneo di professionisti comprende i seguenti vantaggi:

  • Le imprese dell'UE possono distaccare il personale trasferito all'interno di una società in Canada per un periodo massimo di 3 anni — sulla base di accordi precedenti, questo vantaggio si applica in generale a tutti i settori.
  • una durata prolungata del soggiorno per i professionisti — prestatori di servizi contrattuali o professionisti indipendenti (definita nell'accordo) — potrà soggiornare nel territorio dell'altra parte per un periodo di 12 mesi (il doppio di quanto era possibile in precedenza).

I prestatori di servizi contrattuali beneficiano di migliori condizioni di ingresso e soggiorno (ad esempio un trattamento non discriminatorio nei confronti dei fornitori canadesi) in altri settori. Tra questi rientrano:

  1. Servizi di consulenza relativi a
    • industria estrattiva
    • servizi di telecomunicazione
    • servizi postali e di corriere
    • servizi assicurativi e connessi
    • altri servizi finanziari
    • trasporto
    • fabbricazione
  2. Manutenzione e riparazione di attrezzature quali:
    • navi, attrezzature di trasporto ferroviario
    • autoveicoli, motocicli, motoslitte e mezzi di trasporto su strada
    • aeromobili e loro parti
    • prodotti in metallo, macchine e apparecchi diversi da quelli per ufficio e altri tipi di attrezzature e beni per la casa
  3. Servizi connessi di consulenza scientifica e tecnica
  4. Servizi ambientali

Nuovi profili: l'accesso preferenziale al mercato canadese e il trattamento non discriminatorio in Canada si applicheranno anche alle nuove categorie di fornitori dell'UE, quali definite nell'accordo: investitori, visitatori di breve durata per motivi professionali e tecnici.

Il Canada estenderà ai coniugi di cittadini dell'UE che sono trasferiti all'interno di una società un trattamento equivalente a quello riconosciuto ai coniugi dei cittadini canadesi che sono trasferiti all'interno di una società nell'UE.

Reciproco riconoscimento delle qualifiche

Per facilitare la mobilità dei professionisti altamente qualificati tra l'UE e il Canada, il CETA stabilisce un quadro per il riconoscimento reciproco delle qualifiche professionali e stabilisce le condizioni generali e gli orientamenti per la negoziazione di accordi specifici per la professione.

Il CETA fornisce un quadro dettagliato per la negoziazione e la conclusione di accordi sul riconoscimento reciproco delle qualifiche professionali (ARR).

L'accordo lascia alle associazioni delle professioni regolamentate di entrambe le parti il compito di avviare il processo di negoziazione di un ARR, fornendo raccomandazioni al pertinente comitato CETA, e di concordare le condizioni specifiche. Una volta che le associazioni abbiano raggiunto un accordo sui principi e seguendo le procedure stabilite nel quadro, l'ARR diventa giuridicamente vincolante, garantendo che i professionisti europei possano ottenere il riconoscimento delle loro qualifiche da parte delle autorità competenti in Canada e viceversa.

Appalti pubblici

Con il CETA, le imprese dell'UE possono ora partecipare a gare d'appalto pubbliche canadesi a tutti e tre i livelli degli appalti pubblici: federale, provinciale e comunale.

In Canada, province e territori hanno giurisdizione su beni pubblici quali:

  • sanità
  • istruzione
  • benessere
  • trasporto interprovinciale.

I comuni gestiscono:

  • trasporti locali
  • consigli scolastici
  • servizi pubblici, ecc.

Gli enti appaltanti contemplati dal CETA figurano negli allegati da 19-1 a 19-8.

Il CETA garantisce inoltre la certezza giuridica che le agenzie e gli organismi pubblici canadesi non saranno in grado di discriminare le imprese europee, ossia di limitare l'accesso delle imprese a una gara d'appalto pubblica.

I fornitori possono impugnare le decisioni di aggiudicazione degli appalti che ritengono siano in contrasto con gli obblighi dell'accordo. In Canada tale ruolo è svolto dal Canadian International Trade Tribunal ("CITT").

Il Canada ha inoltre accettato di rendere più trasparente la procedura di gara pubblicando a tempo debito tutti i suoi bandi di gara su un unico sito web dedicato agli appalti. Attualmente, questo sito offre uno strumento per cercare opportunità di appalto del governo (federale):

https://buyandsell.gc.ca/procurement-data/tenders

Altri appalti pubblici (amministrazioni provinciali e territoriali) attualmente pubblicizzano bandi di gara sui propri siti web o su un sistema elettronico di gara gestito da un servizio di terzi: I siti web sono accessibili tramite lo stesso link: https://buyandsell.gc.ca/procurement-data/tenders/other-government-tender-sites

Investimenti

Una volta entrato definitivamente in vigore, il CETA offrirà agli investitori dell'UE e canadesi una maggiore prevedibilità, trasparenza e protezione per i loro investimenti rispettivamente in Canada e nell'UE.

Le disposizioni del CETA in materia di protezione degli investimenti e il nuovo sistema giurisdizionale per gli investimenti (ICS) garantiranno un elevato livello di protezione per gli investitori, preservando nel contempo pienamente il diritto dei governi di regolamentare e perseguire obiettivi di politica pubblica quali la protezione della salute, della sicurezza o dell'ambiente.

L'ICS rappresenta una svolta netta rispetto al vecchio meccanismo per la risoluzione delle controversie investitore-Stato (ISDS) e dimostra che l'UE e il Canada sono entrambi determinati a istituire un sistema più equo, trasparente e istituzionalizzato per la risoluzione delle controversie riguardanti gli investimenti.

Le disposizioni in materia di investimenti contenute nel CETA sostituiranno anche gli otto accordi bilaterali vigenti in materia di investimenti tra alcuni Stati membri dell'UE e il Canada.

La soglia per il riesame delle acquisizioni di imprese canadesi ai sensi della Investment Canada Act è notevolmente aumentata, passando dagli attuali 354 milioni di CAD a 1.5 miliardi di CAD. Ciò vale per tutti gli investitori dell'UE diversi da quelli che sono imprese statali.

Se intendete investire in Canada potete saperne di più qui.

NB: La protezione degli investimenti e il sistema giurisdizionale per gli investimenti, nonché l'accesso al mercato degli investimenti di portafoglio, non saranno applicati in via provvisoria in linea con la decisione (UE) 2017/38 del Consiglio, del 28 ottobre 2016, relativa all'applicazione provvisoria dell'accordo economico e commerciale globale (CETA) tra il Canada, da una parte, e l'Unione europea e i suoi Stati membri, dall'altra (GU L 11 del 14.1.2017, pag. 1080 —"1081(http://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?uri=uriserv:OJ.L_.2017.011.01.1080.01.ENG).

Link e contatti

UNIONE EUROPEA

Delegazione dell'Unione europea in Canada

Indirizzo:

150 Metcalfe Street, Suite 1900, Ottawa, Ontario, K2P 1P1

Tel.: + 1 6132386464

E-mail: Delegation-Canada@eeas.europa.eu

AUSTRIA

Camera federale austriaca dell'economia (Wirtschaftskammer Österreich, WKÖ)

IN CANADA

Vantaggio Austria Toronto

Consolato generale dell'Austria — sezione commerciale EUR Advantage Austria

Indirizzo:

30 ST Clair Avenue West, Suite 1402, Toronto, Ontario, M4V 3A1

Tel.: + 1 4169673348

E-mail: toronto@advantageaustria.org

Tel.: + 1 5148493708

E-mail: montreal@advantageaustria.org

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

445 Wilbrod Street, Ottawa, Ontario, K1N 6M7

Tel. + 1 6137891444,

E-mail: ottawa-ob@bmeia.gv.at

BELGIO

Agenzia per il commercio estero e gli investimenti della Vallonia
Agence wallonne à l'Exportation et aux Investissements Etrangers (AWEX)

Bruxelles Invest & Esportazione

Commercio delle Fiandre

IN CANADA

Fiandre/Vallonia/Bruxelles

Rappr. commerciale per Ontario, Manitoba

Indirizzo:

2 Bloor Street West — Suite 2508, Toronto, Ontario, M4W 3E2

Telefono: + 1 416515-7777

E-mail: toronto@awex-wallonia.com

 

 

Flanders
Trade rep. per Québec, Terranova e Labrador, Nunavut, New Brunswick, Nuova Scozia, Isola Principe Edoardo

Indirizzo:

999 Boulevard de Maisonneuve West — Suite 1600, Montreal (Québec) H3A 3L4

Tel.: + 1 514289-9955

E-mail: montreal@fitagency.com

 

Wallonia
Trade rep. per Québec, Terranova e Labrador, Nunavut, New Brunswick, Nuova Scozia, Isola Principe Edoardo

Indirizzo:

1250 René-Lévesque West — Suite 4115, Montreal, Québec, H3B 4W8

Tel.: + 1 514939-4049

 

Brussels
Trade rep. per Québec, Terranova e Labrador, Nunavut, New Brunswick, Nuova Scozia, Isola Principe Edoardo

Indirizzo: 1010 Sherbrooke West — Suite 2404, Montreal, Québec, H3A 2R7

Tel.: + 1 514286-1581

E-mail: info@bruxelles-canada.com

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

360 Albert Street, 8º piano, Suite 820, Ottawa, Ontario, K1R 7X7

Tel.: + 1 6132367267

E-mail: ottawa@diplobel.fed.be

BULGARIA

Agenzia bulgara per la promozione delle piccole e medie imprese
Българската агенция за насърfemminili аване малките и средните предприятия

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

325 Stewart Street, Ottawa, Ontario, K1N 6K5

Tel.: + 1 613893215

E-mail: Embassy.Ottawa@mfa.bg

CROAZIA

Portale di
esportazione Izvozni

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

229 Chapel St, Ottawa, Ontario, K1N 7Y6

Tel.: + 1 6135627820

E-mail: croemb.ottawa@mvep.hr

 

Consolato generale

Indirizzo:

918 Dundas Street East, Suite 302, Mississauga, Ontario, L4Y 2B8

Tel.: + 1 9052779051

E-mail:Genmiss@mvep.hr
e-mail: croconsulate.miss@mvep.hr

CIPRO

Trade Service
Υπηρεσία Εμπορίου

IN CANADA

Alta Commissione

Indirizzo:

150 Metcalfe Street, Suite 1002, Ottawa, Ontario, K2P 1P1

Tel.: + 1 6135630727

E-mail: ottawahighcom@mfa.gov.cy

 

Consolato onorario

Indirizzo:

435 Donald Street, Coquitlam, Columbia Britannica, V3K 3Z9

Tel.: + 1 6049362268

E-mail: tberggre@sfu.ca

 

Sezione commerciale

Indirizzo:

13 East 40th Street, New York, NY 10016

Tel.: + 1 2122139100

E-mail: ctncy@cyprustradeny.org

REPUBBLICA CECA

Agenzia nazionale per la promozione del commercio del ministero dell'Industria e del Commercio della Repubblica
ceca — Česká agentura na podporu obchodu

IN CANADA

Cecos-Trade Canada

Indirizzo:

6707 Guida a gomito SW, T2V0E5 Calgario, Alberta, T2H 0S7

Tel.: + 1 4032694924

E-mail:Calgary@czechtrade.cz
e-mail: jaroslav.jelinek@czechtrade.cz

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

251 Cooper Street, Ottawa, Ontario, K2P 0G2

Tel. + 1 6135623875

Sito web: http://www.mzv.cz/ottawa/en/

E-mail: ottawa@embassy.mzv.cz

E-mail: commerce_ottawa@mzv.cz

 

Consolato generale della Repubblica ceca

Indirizzo:

2 Bloor Street West, Suite 1500, Toronto, Ontario, M4W 3E2

Sito web: www.mzv.cz/toronto

E-mail: toronto@embassy.mzv.cz

E-mail: commerce_toronto@mzv.cz

DANIMARCA

Ministero degli Affari esteri della Danimarca Udenrigsministeriet Eksportrådet

IN CANADA

Consiglio "Commercio" della Danimarca

Indirizzo:

2 Bloor Street West, Suite 2120, Toronto, Ontario, M4W 3E2

Tel.: + 1 416962-5661

E-mail: yyzhkt@um.dk

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

47 Clarence Street, Suite 450, Ottawa, Ontario, K1N 9K1

Tel.: + 1 6135621811

E-mail: ottamb@um.dk

ESTONIA

Impresa Estonia (EAS)
Ettevõtluse Arendamise Sihtasutus (EAS)

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

260 Dalhousie Street, Suite 210, Ottawa, Ontario K1N 7E4

Tel.: + 1 6137894222

E-mail: embassy.ottawa@mfa.ee

FINLANDIA

Finpro

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

55 Metcalfe Street, Suite 850, Ottawa, Ontario, K1P 6L5

Tel.: + 1 6132882233

E-mail: embassy@finland.ca

E-mail: sanomat.ott@formin.fi

FRANCIA

Business France

IN CANADA

Rappresentanza commerciale in Canada: Business France

Toronto

Indirizzo:

154 Università Avenue Suite 400, Toronto, M5H 3Y9

Tel.: + 1 4169771257

 

Montreal: Bureau Business France,

Indirizzo:

1501 McGill College, Bureau 1120, Montreal, QC H3A 3M8

Tel.: + 1 5146704000

 

Vancouver:

Indirizzo:

1111 Melville Street, Suite 320 Vancouver, Columbia britannica V6E 3V6

Tel.: + 1 6046390923

E-mail: canada@businessfrance.fr

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

42 Sussex Drive, Ottawa, Ontario, K1M 2C9

Tel.: + 1 6137891795

E-mail: politique@ambafrance-ca.org

GERMANIA

Germania Commercio e Invest (GTAI)

IN CANADA

Camera di commercio tedesca in Canada

Indirizzo:

480 Università Avenue, Suite 1500, Toronto, Ontario, M5G 1V2

Tel.: + 1 416598-3355

E-mail: info@germanchamber.ca

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

1 Waverley Street, Ottawa, Ontario, K2P 0T8, Canada

Tel.: + 1 613 232 1101

E-mail: info@ottawa.diplo.de

GRECIA

Impresa Grecia Invest e Trade
ΕΛΛΗΝΙΚorganica ΕΤΑΙΡΕΙΙΑ ΕΠΕΝΔΥΣΕΩΚΑΙ ΕcauteΩΤΕΡΙΚΟnegoziate ΕΜΠΟΡΙΟgibile gibile

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

80 Maclaren Street Ottawa, Ontario, K2P 0K6

Tel.: + 1 6132386271

E-mail: ecocom-ottawa@mfa.gr

 

Consolato generale

Indirizzo:

1075 Bay Street, Suite 600, Toronto, Ontario, M5S 2B1

Tel.: + 1 4165150133

E-mail: ecocom-toronto@mfa.gr

UNGHERIA

Camera commerciale nazionale ungherese

Agenzia ungherese per la promozione degli investimenti
http://www.hipa.hu/

IN CANADA

Consolato generale a Toronto

Indirizzo:

175 Bloor Street East, Suite 1109, Tower Sud, Toronto

Tel.: + 1 6473492550

E-mail: mission.tor@mfa.gov.hu

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

299 Waverley St., Ottawa, K2P 0V9

Tel.: + 1 6132307560

E-mail: mission.ott@mfa.gov.hu

IRLANDA

Enterprise Ireland

IN CANADA

Rappresentanza commerciale in Canada: Enterprise Ireland

Indirizzo:

2 Bloor St. W, Suite 1501, Toronto, Ontario, M4W 3E2

Tel.: + 1 4169345033

E-mail: client.service@enterprise-ireland.com

E-mail: neil.cooney@Enterprise-Ireland.com

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

Edificio Varette, 130 Albert St, Ottawa, Ontario, K1P 5G4

Tel.: + 1 6132336281

E-mail: embassyofireland@rogers.com

ITALIA

Agenzia italiana per il commercio
ICE — Agenzia per la promozione all'estero e l'interconnessione delle imprese italiane

IN CANADA

Agenzia italiana per la promozione del commercio del Consolato generale d'Italia

Indirizzo:

365 Bloor Street East, Suite 1802, Toronto, Ontario, M4W 3L4

E-mail: toronto@ice.it

Tel.: + 1 4165981566

 

Indirizzo:

1000 rue Sherbrooke ouest, Bureau 1720, Montreal, Québec, H3A 3G4

Tel.: + 1 5142840265

E-mail: montreal@ice.it

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

275 Slater St, Ottawa, Ontario, K1P 5H9

Tel.: + 1 6132322401

E-mail: ambasciata.ottawa@esteri.it

LETTONIA

Agenzia per gli investimenti e lo sviluppo della Lettonia
Latvijas Investīciju un attīstības aģentūra


liaa@liaa.gov.lv

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

350 Scintille St, Ottawa, Ontario, K1R 7S8

Tel.: + 1 6132386014

E-mail: embassy.canada@mfa.gov.lv

LITUANIA

Impresa Lituania

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

150 Metcalfe Str # 1600, Ottawa, Ontario, K2P 1P1

Tel. + 1 61356754 58

E-mail: amb.ca@urm.lt

LUSSEMBURGO

Lussemburgo per le imprese

IN CANADA

Consolato onorario a Ottawa

Indirizzo:

World Exchange Plaza, 45 O'Connor Street, Suite 1150, Ottawa, Ontario, K1P 1A4

Tel.: + 1 6137554091

E-mail: luxconsulottawa@gmail.com

 

Ambasciata a Washington DC

Indirizzo:

2200 Massachusetts Avenue, NW, Washington, DC. 20008

Tel. + 1 2022654171

E-mail: luxembassy.was@mae.etat.lu

MALTA

Malta Enterprise

IN CANADA

In Canada Consolato generale a Toronto

Indirizzo:

3300 Bloor St W, Etobicoke, Ontario, M8X 2X3

Tel.: + 1 4162070922

E-mail: maltaconsulate.toronto@gov.mt

PAESI BASSI

Agenzia delle imprese dei Paesi Bassi
Rijksdienst voor Ondernemend Nederland

Ondernemersplein — un portale online per le start-up straniere e olandesi

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

350 Albert Street, Suite 2020 Ottawa, Ontario, K1R, 1A4

Tel.: + 1 613 237 503

E-mail: ott@minbuza.nl

 

Consolato generale a Toronto

Indirizzo:

1 Dundas Street West, Suite 2106, Toronto, Ontario, M5G 1Z3

Tel.: + 1 416 595 2402

Sito web:Www.hollandtradeandinvest.com
e-mail: tor-ea@minbuza.nl

POLONIA

Agenziapolacca per gli investimenti e il commercio (ex Agenzia polacca per l'informazione e gli investimenti esteri)
Polska Agencja Inwestycji i Handlu


E-mail: invest@paih.gov.pl

Segreteria del presidente:

Tel.: + 48 223349871

Dipartimento degli investimenti esteri:

Tel.: + 48 223349875

Dipartimento dello sviluppo economico:

Tel.: + 48 223349820

Dipartimento della promozione economica:

Tel.: + 48 223349926

Dipartimento informazione e comunicazione:

Tel.: + 48 223349994

 

IN CANADA

Agenzia polacca per gli investimenti e il commercio a Toronto

Indirizzo:

438 Università Avenue, Suite 1810, Toronto, Ontario, M5G 2K8

E-mail: zack.labieniec@paih.gov.pl

 

Ambasciata della Repubblica di Polonia a Ottawa

Indirizzo:

443 Daly Ave, Ottawa, Ontario, K1N 6H3

Tel. + 1 6137890468

E-mail:ottawa.amb.sekretariat@msz.gov.pl

Consolato generale della Repubblica di Polonia a Toronto

Indirizzo:

2603 Lago Shore Blvd. Ovest, Toronto, Ontario, M8V 1G5

Tel.: + 1 4162525471

Tel.: + 1 4164645405

E-mail: toronto.info@msz.gov.pl

 

Consolato generale della Repubblica di Polonia a Vancouver

Indirizzo:

1177 West Hastings Street, Suite 1600, Vancouver, Columbia Britannica, V6E 2K3

Tel. + 1 6046883458

E-mail: vancouver.info@msz.gov.pl

 

Consolato della Repubblica di Polonia a Montreal

Indirizzo:

3501 Avenue du Musée, Montreal, Québec, QC H3G 2C8

Tel. + 1 6137890468

E-mail: michal.falenczyk@msz.gov.pl

PORTOGALLO

AICEP Portugal Global — Agenzia per il commercio e gli investimenti

IN CANADA

Agenzia peril commercio e gli investimenti: AICEP Toronto

Indirizzo:

438 Università Avenue, Suite 1400, Toronto, Ontario, M5G 2K8

Tel.: + 1 4169214925

E-mail: aicep.toronto@portugalglobal.pt

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

645 Parco insulare Dr, Ottawa, Ontario, K1y 0B8

Tel.: + 1 6137290883

E-mail: ottawa@mne.pt

LA ROMANIA,

Ministero per l'Ambiente economico, il commercio e l'imprenditorialità

InvestRomania

Camera di commercio e dell'industria della Romania

IN CANADA

Ufficio per la promozione economica e commerciale della Romania

Indirizzo:

1010, rue Sherbrooke Ouest, Bureau 610, étage 6, Montreal, Québec, H3A 2R7

Tel.: + 1 5145048235

E-mail: romtrade.mtl@videotron.ca

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

655 Rideau St, Ottawa, Ontario, K1N 6A3

Tel.: + 1 6137893709

E-mail: ottawa@mae.ro

SLOVACCHIA

SARIO — Agenzia slovacca per lo sviluppo degli investimenti e del commercio
Slovenská agentúra pre rozvoj investícií a obchodu

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

50 Rideau Terrace, Ottawa, Ontario, K1M 2A2

Tel.:+ 1 6137494442

E-mail: emb.ottawa@mzv.sk

SLOVENIA

Spirito sloveno — Agenzia pubblica per l'imprenditorialità, l'internazionalizzazione, gli investimenti esteri e la tecnologia
SPIRIT Slovenija

IN CANADA

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

150 Metcalfe Street Suite 2200, Ottawa, Ontario, K2P 1P1

Tel.: + 1 6135655781

E-mail: sloembassy.ottawa@gov.si

SPAGNA

ICEX — Istituto spagnolo per il commercio estero
ICEX España Exportación e Inversiones

IN CANADA

Ufficio economico e commerciale

Indirizzo:

151 Slater Street, Suite 801, Ottawa, Ontario, K1P 5H3

Tel.: + 1 6132360409

E-mail: ottawa@comercio.mineco.es

 

Ufficio per la promozione del commercio di Toronto

Indirizzo:

170 Università Ave # 602, Toronto, Ontario, M5H 3B3

Tel.: + 1 4169670488

E-mail:toronto@comercio.mineco.es

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

74 Stanley Ave, Ottawa, Ontario, K1M 1P4

Tel.: + 1 6137472252

E-mail: emb.ottawa@mae.es

SVEZIA

Business Sweden — Consiglio svedese per il commercio e gli investimenti

IN CANADA

Rappresentanza commerciale in Canada: Impresa Svezia

Indirizzo:

2 Bloor Street West, Suite 2120, Toronto Ontario M4W 3E2

Tel.: + 1 4169228152

E-mail: toronto@business-sweden.se

 

Ambasciata di Ottawa

Indirizzo:

377 Dalhousie Street, Ottawa Ontario, K1N 9N8

Tel.:+ 1 6132448200

E-mail: sweden.ottawa@gov.se

REGNO UNITO

Esportare è GRETO

IN CANADA

Alta Commissione: Dipartimento per il commercio internazionale

Indirizzo:

British High Commission, 80 Elgin Street, Ottawa Ontario, K1P 5K7

Tel.: + 1 6133646138

Indirizzo:

2000 McGill College Avenue, Suite 1940, Montreal Québec, H3A 3H3

Tel.: + 1 5148665863-2244

Indirizzo:

1111 Melville Street, Suite 800, Vancouver, Columbia Britannica, V6E 3V6

Tel.: + 1 6046834421-2210

Indirizzo:

5100-1506 Avenue SW, Calgary Alberta, T2P 3V7

Tel.: + 1 4035396207

Indirizzo:

777 Bay Street, Suite 2800, Toronto, Ontario, M5G 2G2

Tel.: + 1 4165931290-2259

E-mail: ukincanada@fco.gov.uk

Camere di commercio e associazioni imprenditoriali

UNIONE EUROPEA

Camera di commercio dell'Unione europea in Canada (EUCCAN)

Indirizzo:

480 Università Avenue, Suite 1500, Toronto, Ontario, M5G 1V2

Tel.:+ 1 4165987087

E-mail: info@euccan.com

 

Camera di commercio dell'Unione europea in Canada occidentale

E-mail: info@eu-canada.com

Un elenco di camere di commercio locali e bilaterali dell'UE e di associazioni imprenditoriali in Canada è disponibile nel sito della Camera di commercio dell'Unione europea in Canada (http://www.euccan.com). L'EUCCAN è un'organizzazione ombrello che riunisce strutture e organizzazioni molto diverse.

Strumenti d'informazione

Queste sette schede informative spiegano cos'è il CETA e i vantaggi che esso apporta

Panoramica del CETA — (altre lingue)
Le 7 parti principali dell'accordo

CETA e agricoltura — (altre lingue)
Come benefici per l'agricoltura dell'UE

I vantaggi strategici del CETA — (altre lingue)
Lavorare insieme per plasmare la globalizzazione

Salvaguardie nel CETA — (altre lingue)
sei modi in cui il CETA garantisce gli interessi dell'UE

Norme e valori del CETA — (altre lingue)
Un accordo progressivo per lo sviluppo sostenibile

In cifre — (altre lingue)
Le relazioni commerciali UE-Canada

Il processo negoziale — (altre lingue) Raching
a un accordo

Altri link

Opuscolo per le imprese — descrive i benefici, capitolo per capitolo, e fornisce consigli pratici per le imprese

Leinfografiche illustrano i vantaggi del CETA per Stato membro dell'UE

guida graduale per gli esportatori verso il Canada

Storie e testimonianze di imprese

Raccomandazione PMI

Nel settembre 2018 il comitato misto CETA ha approvato una raccomandazione specifica per le PMI in base alla quale ciascuna parte fornisce informazioni online alle PMI dell'altra parte in merito al CETA e l'UE e il Canada collaborano in modo che l'accordo commerciale vada a beneficio delle PMI.

Sito web canadese a sostegno delle PMI dell'UE che esportano in Canada

Sito web dell'UE per le PMI del Canada

Link diretti