Testimonianza aziendale:

Il tè lascia l'Europa per nuovi mercati

Il tè lascia l'Europa per nuovi mercati

Nel 2013 Yianna Mattheou e Aphroditi Florou hanno fondato Anassa Organics. Le due donne greche erano determinate a portare prodotti greci di qualità sul mercato mondiale e le esportazioni erano saldamente al centro del loro piano aziendale. Con sede appena al di fuori di Atene, la società si concentra sulla produzione di tisane biologiche di qualità. Nel corso degli anni Anassa Organics ha dato il suo marchio, premiando il gusto, il packaging e l'imprenditorialità. L'Anassa Organics si approvvigiona in Grecia di tutti gli ingredienti dei suoi prodotti, nonché della confezione.

Oggi Anassa Organics esporta metà dei suoi prodotti, principalmente in Canada, Corea del Sud, Giappone e Singapore, e gli accordi commerciali dell'UE hanno un impatto reale e positivo sulle vendite.

Stimolare la competitività

La cofondatrice Yianna Mattheou spiega che un accordo commerciale "è un incentivo certo e facilita la nostra vita". I due principali vantaggi, secondo Mattheou, sono il prezzo e la burocrazia. L'esportazione verso i paesi più lontani aggiunge sempre costi di trasporto elevati ai costi di produzione. Se dovreste aggiungere le tariffe, le tessere erbacee di Anassa diventerebbero molto costose per il consumatore finale, con tariffe e dazi all'importazione che aumenterebbero il prezzo al dettaglio dei loro prodotti dal 10 % al 25 %, il che li renderebbe meno competitivi sul mercato locale. Gli scambi in esenzione da dazi, resi possibili dagli accordi commerciali dell'UE, consentono loro di vendere i loro prodotti ad un prezzo attraente.

Gli accordi commerciali dell'UE con il Canada e il Giappone hanno già avuto un impatto significativo sulla nostra attività e confidiamo che continueranno a incidere positivamente sulle nostre vendite, a creare più posti di lavoro a livello locale e a far conoscere meglio i prodotti greci a livello mondiale.
Aphroditi Florou
Cofondatore di Anassa Organica

Ridurre al minimo le formalità amministrative

Il Giappone, con la sua cultura ceremoniale del tè, è un mercato chiave per le tè di Anassa Organiche. L' accordo commerciale UE-Giappone significa che esportare in Giappone è facile e poco costoso. Anassa Organics collabora strettamente con un partner giapponese responsabile della commercializzazione e della vendita dei loro prodotti in Giappone. Anassa è stata sorprendentemente sorpresa nel constatare che l'unica documentazione supplementare necessaria per la vendita in Giappone era costituita da un certificato di origine e da una semplice polizza di carico — il contratto di trasporto tra lo spedizioniere e il vettore, che dimostra anche la prova della proprietà delle merci. Grazie all'accordo commerciale UE-Canada, questo è anche il caso delle esportazioni di Anassa Organics in Canada. Per esportare a Singapore, l'accordo commerciale UE-Singapore significa che hanno bisogno soltanto di una polizza di carico.

Salpare attraverso le dogane

Anassa Organics ha inoltre esperienza nella vendita dei propri prodotti in paesi che non hanno concluso accordi commerciali con l'UE. Il contrasto è marcato. Ad esempio, in assenza di un accordo commerciale, l'importatore deve prima registrare i prodotti di Anassa Organica presso l'organizzazione competente del paese; questo processo da solo può durare da due a cinque mesi. Il prodotto può quindi richiedere prove, certificati supplementari e dichiarazioni del fabbricante. Questo arduo processo comporta tempi, commissioni e procedure doganali supplementari sia da parte del fornitore che dell'importatore. Tuttavia, una volta concluso un accordo commerciale, questo processo scompare. Nessuna registrazione supplementare, nessuna prova, certificati, dichiarazioni — solo attività.

L'Anassa Organics occupa attualmente direttamente 12 persone e sostiene 10 produttori di erba provenienti da tutta la Grecia, nonché da altri fornitori. Per le piccole imprese europee dinamiche come Anassa Organics, gli accordi commerciali dell'UE offrono un percorso chiaro verso i mercati mondiali.

Condividi questa pagina:

Link diretti