Version: 1.0.24.26 (2020-11-23 14:15)

Guida all'importazione di merci

La vostra impresa prevede di importare merci da paesi terzi? Questa sezione aiuta a capire se la vostra impresa è pronta a importare e illustra le diverse fasi del processo di importazione.

4 Tappe verso l'importazionedi un prodotto

 
 

Intendete importare un prodotto nell'UE per la prima volta?

Prima di procedere, verifica se la vostra impresa è pronta:

  • Il prodotto potrebbe avere successo sul mercato nazionale o in altri paesi dell'UE?
  • La vostra impresa ha la capacità di acquistare il prodotto in mercati esteri al di fuori dell'UE? Dispone di personale, tempo, risorse finanziarie e giuridiche sufficienti?
  • La vostra impresa è pronta a effettuare vendite internazionali, a scegliere il mezzo di trasporto più adatto e ad attraversare le procedure doganali?
  • La vostra impresa dispone di un piano finanziario/di marketing/aziendale completo con obiettivi chiaramente definiti a sostegno delle importazioni di prodotti da paesi terzi?
  • La vostra impresa dispone di una strategia concreta per importare il prodotto nel suo mercato? Ad esempio, puoi importare il prodotto direttamente dal produttore o indirettamente impiegando un terzo, detto distributore. Sia le importazioni dirette che quelle indirette possono essere sostenute anche da piattaforme di commercio elettronico.
  • Se del caso, la proprietà intellettuale relativa al vostro prodotto è protetta nel vostro mercato di esportazione?
  • La vostra impresa ha la capacità di analizzare e verificare se il prodotto è conforme alle norme dell'UE in materia di salute, sicurezza, tecniche e/o commercializzazione?

Prima di continuare, esaminare attentamente le domande di cui sopra e discuterle all'interno della vostra azienda per decidere se sei disposto a commerciare con paesi terzi o quali misure occorre adottare per prepararsi a farlo.

 

1

Fase 1: Trova un fornitore all'estero

Importare merci da paesi terzi, innanzitutto identificando possibili fornitori del prodotto.

  • Le camere di commercio possono fornire informazioni sui mercati e sui partner commerciali e indirizzarvi alle pertinenti relazioni.
  • I fornitori di notizie specifiche per il commercio o le agenzie di promozione commerciale possono essere utili per l'analisi di mercato e la valutazione delle opportunità commerciali. Tali istituzioni spesso forniscono studi per settori chiave.
  • Anche consulenti commerciali e banche competenti possono fornire consulenza.

Come selezionare i vostri mercati di approvvigionamento?

Esaminare i potenziali mercati di importazione per valutare se il prodotto è fornito.

Verificate le statistiche commerciali del vostro potenziale mercato dell'offerta.

Come trovare potenziali fornitori?

Una volta selezionato un mercato di approvvigionamento, esaminare i potenziali partner commerciali e i contatti commerciali.

I partner e i contatti possono essere consultati al seguente indirizzo:

 

2

Controllare le condizioni e i dazi all'importazione e garantire che il prodotto sia conforme ai requisiti dell'UE

Le condizioni di importazione e i dazi dipenderanno dal modo in cui intendi importare e dal vostro mercato di approvvigionamento.

Chi può importare nell'UE?

  • Di norma devi essere stabilito nell'UE come impresa o stabile organizzazione. Ciò include la registrazione ai fini dell'IVA.
  • Se sei un cittadino di un paese terzo, hai bisogno di un permesso di lavoro per svolgere un'attività commerciale indipendente; inoltre, devi trovare una persona stabilita nell'UE che sia disposta ad agire per vostro conto in qualità di esportatore (ad esempio, un fornitore di servizi logistici o un agente doganale).

In generale, dovete anche iscriverti al registro nazionale delle imprese. Per maggiori informazioni, consulta la camera di commercio locale. Come importatore dell'UE devi richiedere un numero EORI. L' EORI è un numero di identificazione valido in tutta l'UE.

Suggerimento: La registrazione EORI può richiedere un certo tempo, quindi pianificare e presentare domanda con largo anticipo.

In alcuni paesi dell'UE, le imprese al di sopra di una certa dimensione devono essere iscritte in un registro nazionale delle imprese.
Per maggiori informazioni, consultare il mercato dell'UE o consultare la camera di commercio locale.

  • Se sei residente al di fuori dell'UE devi essere stabilito come impresa e/o essere in possesso di un permesso di lavoro che ti consenta di svolgere un'attività commerciale indipendente.

Quali norme in materia di importazione o di commercializzazione si applicano al prodotto importato nell'UE?

Verificare se vi siano restrizioni all'importazione nell'UE o in un determinato Stato membro.

Le importazioni di alcune merci sensibili o le importazioni di determinate merci provenienti da paesi specifici possono essere vietate o limitate. Potreste aver bisogno di permessi, di una licenza o di una notifica di importazione ufficialmente approvata.

Controlla la banca datiTARIC per verificare se hai bisogno di una licenza d'importazione per il tuo prodotto

I principali tipi di prodotti soggetti a restrizioni all'importazione sono:

  • prodotti agricoli,
  • medicinali;
  • sostanze chimiche;
  • prodotti siderurgici,
  • beni culturali,
  • prodotti tessili e abbigliamento,
  • armi,
  • merci contraffatte o usurpative,
  • articoli/pubblicazioni/registrazioni video indecenti,
  • specie minacciate di estinzione,
  • rifiuti,
  • alcuni animali vivi e prodotti contenenti sostanze animali,
  • vegetali e prodotti contenenti sostanze vegetali.

Per tali prodotti verificare quali norme si applicano.

Quali dazi all'importazione si applicano al vostro prodotto?

  • Potrebbe essere necessario pagare dazi all'importazione per il prodotto al momento dell'ingresso nell'UE. L'UE è un'unione doganale, il che significa che è dovuta un'unica tariffa all'importazione nel luogo di entrata in cui è presentata la dichiarazione di importazione, indipendentemente dallo Stato membro dell'UE. Il prodotto può quindi circolare sul mercato dell'UE senza ulteriori formalità doganali.
  • Chi paga le tariffe dipende dall'accordo con il venditore, ma spesso i dazi all'importazione sono pagati dall'importatore.

 

Cos'è una tariffa all'importazione?

La mia impresa può beneficiare di un accordo commerciale dell'UE?

Se l'UE ha concluso un accordo commerciale con il paese da cui volete importare, i dazi sul vostro prodotto possono essere ridotti o addirittura eliminati.

  • Si tratta delle cosiddette aliquote tariffarie preferenziali.
  • l'aliquota tariffaria preferenziale è subordinata alla conformità del vostro prodotto alle norme di origine
  • I contingenti possono essere applicati, sulla base dell'accordo commerciale o della politica dell'UE per i prodotti agricoli, per un tipo specifico di prodotti.

Per saperne di più sulle norme specifiche in vigore per il vostro prodotto e il vostro mercato di interesse, consultare My Trade Assistant.

Quando avete bisogno di un certificato di origine?

Spesso il tuo fornitore deve fornire una prova dell'origine del prodotto conformemente alle norme di origine dell'accordo. Tale prova può consistere in un certificato di origine o anche in una dichiarazione di origine rilasciata dall'esportatore autorizzato o dall'esportatore registrato (nel sistema REX), che fornisce anche il numero di autorizzazione o registrazione.

Esistono dazi supplementari applicabili?

  • È possibile che l'UE applichi misure di difesa commerciale a un prodotto importato da un paese specifico.
  • I dazi più frequentemente utilizzati sono le misure antidumping. Che figurano in My Trade Assistant. Un'autorità doganale dell'UE può fornire informazioni sull'applicabilità al prodotto di dazi supplementari come i dazi antidumping.
  • La sezione relativa alle merci fornisce una spiegazione dei diversi tipi di misure di difesa commerciale.
  • Se state cercando una panoramica completa delle misure specifiche applicate da ciascun paese visitate la sezione relativa ai mercati.

Quali sono le imposte interne applicabili?

L'imposta sulvalore aggiunto (IVA) si applica ai beni venduti sul mercato dell'UE e quindi anche a quelli importati da paesi terzi.L'IVA varia in ciascuno Stato membro dell'UE ed è generalmente pagata dall'importatore.

  • Il tasso è uguale a quello applicato se il prodotto fosse acquistato sul mercato nazionale.
  • Le imprese registrate ai fini dell'IVA possono recuperare l'IVA all'importazione come imposta a monte, esattamente come possono recuperare i pagamenti IVA nazionali.
  • Il calcolo dei pagamenti IVA si basa sul valore delle merci, sul dazio all'importazione e sulle accise, se applicabili. Per saperne di più sull'IVA e sulle aliquote degli Stati membri cliccare qui.
  • Per i prodotti selezionati dovrai pagare le accise, che variano da un paese dell'UE all'altro. Tali imposte si applicano, ad esempio:
    • prodotti del tabacco,
    • bevande alcoliche,
    • olio minerale,
    • prodotti energetici.

In che modo garantisce che il vostro prodotto sia conforme ai requisiti dell'UE?

Per le merci importate si applicano gli stessi requisiti previsti per le merci prodotte nell'UE per il mercato dell'UE.

Quali sono i requisiti in materia di salute, sicurezza, ambiente e tecnica del vostro prodotto e come certificarli?

La maggior parte dei prodotti deve soddisfare determinati requisiti tecnici e/o sanitari e igienici. Che possono richiedere diversi tipi di prove e certificazioni.

Ciò vale spesso per i requisiti tecnici per i prodotti industriali e per i requisiti sanitari e igienici per i prodotti alimentari e agricoli.

È importante distinguere tra requisiti obbligatori e requisiti volontari.

I gruppi di prodotti in cui sono spesso applicati requisiti obbligatori comprendono:

  • sostanze chimiche;
  • cosmetici,
  • medicinali;
  • prodotti agricoli, prodotti alimentari e mangimi,
  • animali vivi,
  • e prodotti di origine animale.

I certificati fitosanitari, ad esempio, sono richiesti per l'importazione di:

  • la maggior parte dei frutti freschi,
  • ortaggi,
  • altri materiali vegetali
  • prodotti composti da prodotti di origine animale.

Il marchio CE indica che il prodotto è conforme alla legislazione dell'UE.

  • La marcatura CE è obbligatoria per alcuni prodotti, quali:
    • elettronica,
    • dispositivi medici
    • i giocattoli
    • elettrodomestici,
    • prodotti da costruzione.
  • Il marchio CE non si applica:
    • prodotti alimentari;
    • veicoli a motore,
    • sostanze chimiche;
    • cosmetici,
    • prodotti farmaceutici;
    • e biocidi

Tutti questi sono soggetti a norme specifiche. Per saperne di più su C domestica E Marking.

Informazioni sui requisiti specifici applicabili al vostro prodotto sono reperibili in My Trade Assistant.

Quali sono i requisiti per l'imballaggio e l'etichettatura?

Gli Stati membri dell'UE hanno spesso requisiti dettagliati per l'imballaggio e l'etichettatura dei prodotti.

Tali requisiti possono essere obbligatori o facoltativi.

  • I marchi e le etichette obbligatori sui prodotti di consumo e sui loro imballaggi sono generalmente connessi a problemi di sicurezza pubblica, salute e/o ambiente. Possono fornire informazioni quali gli ingredienti o la data di scadenza.
  • I marchi facoltativi sono, ad esempio, quelli che indicano la produzione biologica del prodotto del marchio di qualità ecologica sui prodotti industriali.

Di solito esistono diverse agenzie responsabili di diverse industrie, ad esempio nei settori medico, elettrico, alimentare e chimico, che hanno tutte esigenze molto diverse.

 

3

Preparare la vendita e organizzare il trasporto

In che modo le responsabilità sono ripartite tra voi e il vostro fornitore?

Puoi usare Incoterms® per definire le Sue responsabilità contrattuali.

Incoterms®

  • Definisce le responsabilità dei venditori e degli acquirenti per la consegna, l'assicurazione e il trasporto di beni nell'ambito di contratti di vendita
  • determinare chi è responsabile delle formalità doganali di esportazione nell'UE e delle formalità nel tuo mercato di esportazione.

Esempi

"Libero a bordo" (FOB): significa che è responsabilità del fornitore pagare tutte le spese locali:

  • trasporto delle merci al porto di spedizione
  • spese di carico
  • procedure di sdoganamento nel paese di esportazione.

In qualità di acquirente, siete responsabili del costo di:

  • trasporto dal porto di spedizione in poi
  • assicurazione
  • scarico
  • trasporto dal porto di arrivo alla destinazione finale.

"Costo, assicurazione e nolo" (CIF) significa che il vostro fornitore è responsabile dei costi locali a titolo di FOB, più:

  • spese di trasporto
  • assicurazione

A norma del CIF il fornitore è responsabile di tutti i costi fino all'arrivo dei prodotti al porto di destinazione.

 

4

Preparare i documenti per lo sdoganamento nell'UE

Quali documenti preparare per le dogane?

  • Devi presentare una dichiarazione doganale all'autorità doganale nazionale. Un rappresentante doganale può consigliarti su questa importante questione.
  • Occorre presentare una dichiarazione sommaria di entrata (ENS) prima dell'arrivo delle merci al primo punto di entrata nell'UE.
    • L'ENS dovrebbe essere presentato al primo ufficio doganale di entrata nell'UE dal vettore delle merci o, in alcuni casi, dal destinatario importatore o da un rappresentante del vettore o dell'importatore.
    • Il termine per la presentazione dell'ENS dipende dal modo di trasporto delle merci. Per saperne di più.
  • L'UE dispone di un modulo comune di dichiarazione d'importazione per tutti i paesi dell'UE, denominato documento amministrativo unico (DAU). Per saperne di più.
    • A seconda del tipo di merce, i documenti supplementari da presentare alle autorità doganali possono comprendere:
    • fattura commerciale,
    • documenti di trasporto,
    • certificati di origine,
    • licenze di importazione,
    • risultati delle prove e altri certificati,
    • certificati di ispezione (ad esempio certificati sanitari, veterinari o fitosanitari).

Lo sdoganamento può essere presentato dall'importatore o da un rappresentante doganale, che è la persona designata dall'importatore per espletare tutte le formalità doganali richieste dalla normativa doganale dell'UE.

Per maggiori informazioni sui documenti e sulle procedure, rivolgetevi all'autorità doganale nazionale, a una camera di commercio o a un'agenzia di promozione commerciale.Persaperne di più.

Cosa succede quando le merci arrivano alla frontiera?

  • Sono poste in custodia temporanea sotto controllo doganale (non più di 90 giorni) fino al loro svincolo.
    • Le tue merci possono essere sdoganate sulla base dei documenti presentati, oppure
    • Le merci possono essere selezionate per un controllo documentale e potresti essere invitato a presentare ulteriori documenti prima che le merci possano essere sdoganate, oppure
    • Le merci possono anche essere selezionate per un documento o un controllo fisico.

Il vostro prodotto può essere venduto ovunque nell'UE dopo essere stato autorizzato?

Quando le autorità doganali hanno sdoganato un prodotto, questo ha lo stesso status di un prodotto dell'UE e può circolare liberamente all'interno dell'UE ed essere venduto ovunque nel mercato dell'UE.

  • Tutti i paesi dell'UE applicano la stessa tariffa alle merci importate da paesi terzi.
  • Le stesse norme si applicano all'importazione, indipendentemente dal paese dell'UE attraverso il quale essa entra nel mercato dell'UE.

Dove trovare maggiori informazioni?

Il vostro elenco di controllo: 4 Fasi per importare un prodotto

Fase 1: Trova un fornitore all'estero

  • Valutare i potenziali paesi di interesse e confrontare la competitività dei potenziali fornitori (ad esempio, il confronto dei prezzi, compresi i costi legati all'importazione, come le tariffe e i costi di trasporto.
  • Identificare partner commerciali/fornitori.
  • Individuare un' agenzia/istituzione/partner per il sostegno alle formalità delle procedure di importazione (ad esempio per preparare contratti, condizioni di pagamento, affidabilità creditizia del fornitore).

Fase 2: Valutare le condizioni e i dazi all'importazione e garantire che il prodotto sia conforme ai requisiti dell'UE

  • Ottenere un numero di registrazione EORI (registrazione e identificazione degli operatori economici) ( presentare domanda con largo anticipo).
  • Verificare che non si applichi alcuna restrizione all'importazione.
  • Verifica se l'UE ha concluso un accordo commerciale con il paese dal quale intendi importare.
  • Indicare se il prodotto è conforme alle pertinenti norme di origine e indicare l' aliquota tariffaria(preferenziale) applicabile.
  • Valutare se si applicano altri dazi (ad esempio la difesa commerciale) o imposte interne.
  • Individuare le prescrizioni in materia di salute, sicurezza, ambiente e tecniche nell'UE.
  • Garantire che il prodotto sia conforme ai requisiti e che il fornitore possa fornire la necessaria certificazione.
  • Verificare le norme in materia di imballaggio ed etichettatura nell'UE.
  • Valutare se è richiesto un certificato di origine, che l'esportatore deve fornire, e quale tipo di certificato deve essere presentato a seconda che esista o meno un accordo o un'intesa commerciale applicabile tra l'UE e il paese di origine delle merci.

Fase 3: Preparare la vendita e organizzare il trasporto

  • Preparare e firmare il contratto con il fornitore, compreso un accordo su chi è responsabile di ciò che, e organizzare il trasporto.
  • Coordinarsi con le potenziali istituzioni che sostengono il processo.

Fase 4: Preparare i documenti per lo sdoganamento alla frontiera

  • Contattare un rappresentante doganale per ottenere un parere in caso di dubbi
  • Garantire la disponibilità della dichiarazione sommaria di entrata
  • Preparare documenti supplementari per lo sdoganamento all'importazione (fattura commerciale, documenti di trasporto, certificati di origine (ad esempio modulo A, Eur.1/Eur.Med, comunicazione REX rilasciata da un esportatore registrato o dichiarazione di origine rilasciata da un esportatore autorizzato), licenza di importazione, risultati delle prove, certificati di ispezione (quali certificati sanitari, veterinari o fitosanitari) Compilare e presentare la dichiarazione di importazione/il documento amministrativo unico (DAU)

Link diretti