Version: 1.9.1.5 (2021-07-09 11:40) tmldb00205.cc.cec.eu.int

Il mercato unico europeo

Nel mercato unico dell'UE, a volte chiamato mercato interno, le persone, le merci, i servizi e il denaro possono circolare liberamente.Il riconoscimento reciproco garantisce che qualsiasi prodotto legalmente venduto in un paese dell'UE possa essere venduto in tutti gli altri paesi. I cittadini dell'UE possono studiare, vivere, fare acquisti, lavorare e andare in pensione in qualsiasi paese dell'Unione, e godere di prodotti provenienti da tutta Europa.

Benefici

Le imprese dell'UE beneficiano di

  • un "mercato domestico" di oltre 450 milioni di consumatori per i loro prodotti
  • accesso più agevole a un'ampia gamma di fornitori
  • costi unitari inferiori
  • maggiori opportunità commerciali

I cittadini dell'UE beneficiano di

  • prezzi minori
  • maggiore innovazione e sviluppo tecnologico più rapido
  • standard più elevati di sicurezza e protezione ambientale

Legislazione

La legislazione sul mercato unico delle merci mira a garantire che i prodotti immessi sul mercato dell'UE soddisfino requisiti elevati in materia di salute, sicurezza e ambiente e che i prodotti autorizzati a essere venduti nell'UE possano circolare senza ostacoli agli scambi, mantenendo al minimo gli oneri amministrativi.

Elementi essenziali

Il mercato interno delle merci presenta i seguenti elementi chiave:

  • Sicurezza — i prodotti commercializzati nell'UE devono soddisfare requisiti elevati in materia di sicurezza e ambiente
  • Norme — le norme definiscono i requisiti tecnici o qualitativi per i prodotti, i processi di produzione, i servizi o i metodi di prova. La normazione è uno strumento a disposizione dell'industria per garantire prestazioni, sicurezza e interoperabilità dei prodotti. Per saperne di più sulla normazione europea
  • Valutazione della conformità — una procedura di valutazione della conformità deve essere eseguita prima che un prodotto possa essere immesso sul mercato dell'UE. Un fabbricante può immettere sul mercato dell'UE un prodotto solo se soddisfa tutti i requisiti applicabili. Per saperne di più sulla procedura di valutazione della conformità
  • Accreditamento — l'accreditamento è l'ultimo livello di controllo pubblico nel sistema europeo di valutazione della conformità. Esso è inteso a garantire che gli organismi di valutazione della conformità abbiano la capacità tecnica per svolgere i loro compiti. Per saperne di più sull' accreditamento.
  • Organismi notificati — un organismo notificato è un organismo designato da un paese dell'UE per valutare la conformità di determinati prodotti prima della loro immissione sul mercato. Per saperne di più sugli organismi notificati
  • Vigilanza del mercato — vigilanza del mercato che garantisce che i prodotti non alimentari presenti sul mercato dell'UE non mettano a rischio i consumatori e la forza lavoro in Europa e che siano tutelati altri interessi pubblici, quali la tutela dell'ambiente, la sicurezza e l'equità nel commercio. Per saperne di più sulla vigilanza del mercato
  • ICSMS — il sistema di informazione e comunicazione sulla vigilanza del mercato (ICSMS) è una piattaforma informatica per facilitare la comunicazione tra gli organismi di vigilanza del mercato dell'UE e dei paesi EFTA. Per saperne di più sull' ICSMS.
  • Marchio CE — il marchio CE indica che un prodotto venduto nell'UE soddisfa tutti i requisiti applicabili in materia di sicurezza, salute e protezione dell'ambiente. Per saperne di più sulla marcatura CE
  • Metrologia legale — applicazione dei requisiti di legge alle misurazioni e agli strumenti di misura. La legislazione dell'UE in materia di metrologia legale è uno dei pilastri del mercato unico dei prodotti. I requisiti dell'UE mirano a promuovere l'innovazione tecnologica, proteggere la salute e l'ambiente, garantire la sicurezza pubblica e promuovere il commercio equo. Per saperne di più sulla metrologia legale
  • Frontiere esterne — i paesi dell'UE controllano i prodotti provenienti dall'esterno del territorio dell'UE.
  • Nuovo quadro legislativo — per migliorare il mercato interno delle merci e rafforzare le condizioni per l'immissione sul mercato dell'UE di un'ampia gamma di prodotti, nel 2008 è stato adottato un nuovo quadro legislativo. Per saperne di più sul nuovo quadro legislativo.

Libera circolazione

Molti prodotti sul mercato dell'UE sono soggetti a norme armonizzate a tutela dei consumatori, della salute pubblica e dell'ambiente. Le norme armonizzate impediscono l'adozione di norme nazionali eventualmente divergenti e garantiscono la libera circolazione dei prodotti all'interno dell'UE. Tuttavia, alcuni settori sono ancora disciplinati da disposizioni nazionali. Il principio della libera circolazione delle merci garantisce che tali disposizioni non creino ostacoli ingiustificati agli scambi.

Settori armonizzati

I settori armonizzati sono soggetti a norme comuni in tutta l'UE. Esse forniscono un quadro giuridico chiaro e prevedibile per le imprese. Se i fabbricanti rispettano queste regole, i loro prodotti possono essere venduti liberamente sul mercato

  • Nella maggior parte dei settori (ad esempio apparecchiature elettroniche ed elettriche, macchinari, ascensori e dispositivi medici), la legislazione dell'UE si limita ai requisiti essenziali in materia di salute, sicurezza e protezione dell'ambiente — per dimostrare la conformità a tali requisiti, i fabbricanti possono utilizzare volontariamente norme o altre specifiche tecniche.
  • In altri settori (ad esempio, automobilistico e chimico), la legislazione prevede requisiti dettagliati che impongono a determinati tipi di prodotti di avere le stesse specifiche tecniche.
  • La normativa di armonizzazione dell'UE che prevede la libera circolazione delle sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche è gestita dalla direzione generale dell'Ambiente

Settori non armonizzati

I settori non armonizzati non sono soggetti a norme comuni dell'UE e possono essere disciplinati da norme nazionali. Questi settori dovrebbero continuare a beneficiare delle disposizioni del trattato che disciplinano la libera circolazione delle merci ai sensi degli articoli. 34-36 TFUE. Le norme nazionali relative a tali prodotti sono soggette a una procedura di notifica che garantisce che non creino indebiti ostacoli agli scambi.

Garantire la libera circolazione delle merci nei settori non armonizzati, il principio del reciproco riconoscimento, la procedura di notifica 2015/1535 e l'applicazione degli articoli. 34-36 TFUE sono essenziali.

Condividi questa pagina:

Link diretti