Version: 1.7.1.46 (2021-05-27 14:40)
Testimonianza aziendale:

I disordini commerciali creano la chimica giusta per la crescita

I disordini commerciali creano la chimica giusta per la crescita

Gli accordi commerciali portano a una maggiore libertà di operare e a un maggiore controllo sui nostri prodotti.
Frank Meyer
amministratore delegato, CeraNovis

Questa impresa Saarbrücken esporta il 35 % della sua produzione oltre i confini dell'UE verso paesi con e senza accordi commerciali. "La differenza che un accordo commerciale fa", afferma Meyer, "è importante".

CeraNovis fornisce un'ampia gamma di rivestimenti ad alte prestazioni per applicazioni industriali nei settori dello scambio termico, della fonderia e dello spazio. I prodotti sono all'estremità superiore del mercato, ma i clienti sono sempre influenzati dal prezzo. È in questo ambito che gli accordi commerciali dimostrano realmente la loro forza. "A causa dell'eliminazione delle tariffe, CeraNovis è un attore realmente competitivo in Canada, Corea del Sud e Sudafrica", afferma Meyer, e le entrate sono aumentate per la società come conseguenza diretta di accordi commerciali con questi mercati.

Il tempo risparmiato è un risparmio di denaro

Il trasporto transfrontaliero di sostanze chimiche può essere complicato. Per una giovane impresa con un piccolo gruppo di gestione della catena di approvvigionamento, la documentazione può essere molto onerosa in assenza di un accordo commerciale. Ad esempio, ottenere i prodotti di CeraNovis a clienti cinesi è sempre un processo difficile, mentre la vendita ai loro clienti sudcoreani, ai sensi dell' accordo commerciale UE-Corea del Sud, è "un pezzo di torta", afferma Meyer.

Per CeraNovis, il CETA, l'accordo commerciale UE-Canada, ha apportato particolari vantaggi. Dopo il CETA, la dichiarazione di conformità è diventata molto più semplice e nel complesso, un processo amministrativo che in precedenza ha richiesto due giorni richiede ora due ore. Inoltre, CeraNovis può ora agire come esportatore registrato con un certificato di origine. "Per i nostri clienti, ciò ha reso molto più facile il processo di importazione e, inoltre, l'eliminazione dei dazi ha ridotto del 5-10 % il costo finale del nostro prodotto in Canada", afferma Meyer.

Il contatto personale aggiunge valore

CeraNovis, in quanto piccola impresa che fornisce un prodotto di nicchia, valuta realmente il contatto diretto con i suoi clienti. "Questo ci aiuta a mantenere le nostre dita sull'impulso di ciò che i clienti hanno bisogno", afferma Meyer. A suo parere, relazioni strette con i clienti sono quasi impossibili senza un accordo commerciale.

Quando il CeraNovis esporta verso paesi che non hanno concluso un accordo commerciale, deve utilizzare un rappresentante locale. Ciò non solo incide sulla linea inferiore, in quanto il rappresentante assume una percentuale, ma spesso si perde il contatto diretto molto importante con il cliente. In presenza di un accordo commerciale, mantengono stretti rapporti commerciali che consentono loro di fornire soluzioni personalizzate e di rispondere direttamente alle esigenze dei loro clienti.

In pochi anni CeraNovis ha ceduto uno spazio per se stesso, dando lavoro a 15 persone e operando ora indipendentemente dall'inizio del capitale di rischio. Gli accordi commerciali sono stati determinanti per lo sviluppo dei loro mercati internazionali e continuano a considerare i paesi con accordi commerciali per nuovi mercati. I perni sono troppo buoni per ignorare.

Condividi questa pagina:

Link diretti